asma  
 
Utente 462XXX
Buongiorno, mio marito da mesi ha problemi di asma serale/notturna prevalentemente quando si mette a letto. Riassumo gli eventi:
A fine marzo episodio di asma acuta causa cloruro di benzalconio in detergenti (uno per pavimenti, uno per lavatrice).
Contestuale caso di streptococco in casa (tonsillite accertata con tampone a figlia tredicenne).
Da allora asma serale/notturna pressoché costante, con tipica manifestazione progressiva: incipit con senso di costrizione sopra sterno ed evidente dopo cena (anche a digiuno e cambiando dieta serale), alito acido e frequenti sveglie durante il sonno con fatica a respirare (mancanza d'aria, fischio, rantolo "a bollicine" e tosse con catarro giallo), giramento di testa quando si protrae.
Da maggio a letto con cuscino rialzato e utilizzo quasi sistematico di salbutamolo (altrimenti ore di veglia in posizione eretta o seduta per lenire i sintomimiei)
Condizione di pressoché totale assenza sintomi di giorno, compreso periodo dopo pranzo( nemmeno durante i riposini).
Casi di fine efficacia salbutamolo nell'ultimo periodo dopo 5/6 ore, con necessità di nuova somministrazione. PS: presente gatto in casa, ma da inizio anno.
Prenotata spirometria con pletismografo e test allergici.
Come può star male solo di notte?
Grazie!
Daniela

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Ida Fumagalli
24% attività
20% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Premesso che deve parlare col medico curante che lo visiterà penso che questo disturbo potrebbe avere diverse ragioni partendo da un iniziale fatto irritativo cui può essersi sovrapposta una infezione e potrebbe essere presente anche un fatto allergico.
Bisogna che il marito venga sottoposto a una valutazione diagnostica ad ampio raggio e che la terapia venga rivista dato che mi sembra non risolutiva.
Che le crisi siano notturne dipende sia dal sistema neurovegetativo che predispone alle crisi notturne, sia dal decubito che tra le altre cose può provocare reflusso gastroesofageo, inoltre in camera potrebbe esserci qualcosa cui il marito è allergico per es suppellettili di lattice o muffe......etc.
Ribadisco di affrontare il problema col medico curante che valuterà se richiedere consulti specialistici o esami mirati sul problema (RX torace, spirometria, esami allergologici.....cardiologici....)
[#2] dopo  
Utente 462XXX

Iscritto dal 2017
Buongiorno,
Grazie molte.
Gli sono stati prescritti: spirometria, visita , pneumologica, visita allergologica.
Quando avrà i referti, glieli giro.
Grazie ancora!