Utente 463XXX
Salve! Da circa 2/3 anni mi ritrovo ogni 5/6/8 mesi ad avere dei dolori lancinanti alla schiena che non m permettono nemmeno di stare seduta (in piedi tanto meno) una volta addirittura mi han dovuta trasportare al pronto soccorso con una barella rigida.. la diagnosi attualmente è lombalgia.. diagnosi a cui non ho dato peso in quanto tra un episodio e l'altro (dove finisco sempre in ospedale e non mi riprendo se non dopo un paio di flebo.. le ultime contenevano bentelan toradol e contromal) io sto bene.. vado in bici saltuariamente e cammino molto tutto l'anno. sono sempre in movimento e sto alla grande.. andrò a fare una risonanza.. ma quello che vorrei sapere è questo: può una lombalgia, come sospettano i medici, sparire e riapparire in modo così acuto e doloroso? Hanno escluso possa essere un'ernia con delle lastre (che per farmi è stato estenuante avevo un dolore lancinante).. sembravano colpi della strega ogni volta adesso mi parlano di lombalgia.. ma dovuta a cosa? Non sono spaventata.. ma sono giovane per avere già questi acciacchi.. sono preoccupata.. una volta mi è capitato mentre mi chinavo per lavare i denti.. la seconda volta mentre prendevo il sapone in doccia fortuna non ero sola in casa, la terza volta mentre Raccoglievo delle chiavi e ieri mentre usavo un bagno turco.. mi prende così! A volte se mi piego e rimango lì bloccata o a terra.. ma di punto in bianco.. mi sembra assurdo..
[#1] dopo  
Prof. Alessandro Caruso
40% attività
16% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile signora lei avra' verosimilmente una discopatia con una sindrome discoradicolare che , a seguito di vari motivi e diverse cause, molto lungo da spiegare qui, le generano dolore e limitazione funzionale con contrattura del segmento lombare del rachide e irritazione del nervo sciatico.
Va eseguita una radiografia completa anche nelle proiezioni oblique ed esaminata approfonditamente.
Inoltre deve fare della idonea e valida fisiochinesiterapia, in quanto solamente andare in bici o camminare sempre non è una terapia, né puo' essere esaustiva.
E' importante fare attività motoria, certamente, anzichè vita sedentaria, ma non sempre è sufficiente né puo' essere risolutiva, soprattutto negli episodi acuti quando invece è necessario non sollecitare particolarmente il segmento lombare del rachide .
Cordiali saluti
alessandrocaruso26@gmail.com