Utente 930XXX
sono una impertese e prendo cardiocor al mattino e plaunazide alla sera e provisacor da 10 per il colesterolo.
ho effettuato un eco e questa è la risposta mi devo preoccupare.
atrio sn lievemente dilatato 65 ml/m.2.24 mm/m2
ventricolo sn di dimensioni ai limiti suèeriori della norma con normale funsione sistolica complessiva e normale massa mitralica VTD 69 ml/m2 FE 67% M/V 1
AORTA ASCENDENTE 32 MM VALVOLA TRICUSPIDE CON CUSPIDI SCLEROTICHE SUI BORDI E NORMALE APERTURA
LEMBI MITRALIVI SCLEROTICI E LIEVEMENTE PROLASSATI
sezioni destre nei limiti
non versamento pericardico
colordoppler mitrale refkusso 2+/3
tricupide reflusso +-/4 PAP s 30 mm/Hg
la ringrazio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:

L'insufficienza mitralica che le è stata diagnosticata, richiede controlli seriati nel tempo per valutare in maniera continua, non solo il grado di insufficienza valvolare, ma anche le dimensioni del ventricolo e la frazione di eiezione (normalmente abbreviata come EF o FE). Nel suo caso il grado di insufficienza parrebbe moderato (2 + su una scala di 3+), con frazione di eiezione normale e ventricolo sx di dimensioni ai limiti superiori nella norma.
Le consiglio pertanto di eseguire una visita cardiologica presso un cardiologo di sua fiducia che sappia monitorarla nel tempo.
A disposizione per ulteriori consigli

[#2] dopo  
Utente 930XXX

Iscritto dal 2008
PREG.DOTT. Massimo Tidu.
ringrazio della su tempestiva risposta ,.
Aggiungo la pressione è sotto controllo,e qualche volta mi manca il respiro, un cardiologa mi ha riferito che non ci sono cure per questa patologia.
Cordialmente
[#3] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
Confermo naturalmente quanto detto dalla cardiologa di sua conoscenza, ossia la correzione è solo chirurgica, quando però l'entità del vizio valvolare è così importante da determinare una dilatazione del ventricolo sx e una riduzione della capacità contrattile del cuore.
Al momento non pare questo essere il suo caso, esegua però dei controlli seriati nel tempo.

A disposizione per ulteriori consulti
[#4] dopo  
Utente 930XXX

Iscritto dal 2008
Preg. dott. Massimo Tidu
Ringrazio della sua gentilezza