Utente 464XXX
Buongiorno,
Sono una sportiva di 18 anni che giocava a Pallacanestro a livello agonistico, un’anno fa durante un’allenamento (settembre) in palestra di tiro ( io non ho assolutamente notato e sono sicura di non aver commesso alcun movimento scorretto) mi sono fatta male e a seguito di una risonanza magnetica ( novembre) è risultato fuori che avevo avuto una rottura totale del crociato anteriore, assottigliamento dei collaterai e sgretolamento dei menischi.
Subito dopo l’infortunio il prontosoccorso mi ha bloccato la gamba con un tutore che mi temeva la gamba completamente bloccata stesa per 10 giorni e fino all’intervento ( febbraio) sono stata con la gamba libera ( per lavoro ho camminato veramente tanto e su strade storiche ).
Dopo l’intervento ho fatto 2 mesi di fisioterapia e poi il chirurgo mi ha mandato in una palestra per recuperare il muscolo; fin qui tutto bene per il primo mese, dopo ho iniziato a lamentare dolori fortissimi, sopratutto notturni che nonostante antidolorifici non mi permettevano non dormire assolutamente. Sono tornata dal mio chirurgo che ha sostenuto che io non avessi fatto palestra e che stessi esagerando il dolore; quindi sotto suo “ordine” sono tornata nella palestra ( che per evitare guai mi aveva fatto smettere ) e ho ignorando i dolori ( sempre costanti e molto forti). Invece che miglioramenti muscolari iniziavo sempre a calare i pesi fino ad arrivare a non riuscire ad alzarne più, al che mi sono rivolta ad altri ortopedici per sapere se la causa poteva essere altro, uno sostiene che io abbia i menischi ancora più rotti e un’altro dice che ho una tendinite alla zampa d’oca e quindi vuole farmi le infiltrazioni senza nemmeno avere una risonanza in mano. Ormai diffidente ho voluto prenotare una risonanza ( ho dovuto chiedere a delle conoscenze perchè nessuno mi dava un’impegnativa e il mio medico di base non è abilitato). Mi sono rivolta alla mutua visto che sono impossibilitata a pagarmi delle spese mediche e ora sono in attesa ( i periodi di attesa con la mutua sono infinita). Ora io non so a chi rivolgermi e a chi credere, ho diverse opinioni e dopo 7 mesi dall’intervento non riesco a fare nemmeno 5 passi in corsa perchè sento dolori allucinanti, ma anzi, anche dopo una mezzoretta di camminata sento un dolore lancinante e quando poi dopo mi fermo non riesco a stendere la gamba dalle fitte con un successivo e vistoso zoppicamento il giorno dopo.
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ovviamente se desidera un approfondimento dovrebbe ripostare in area ORTOPEDIA

Tanti saluti
[#2] dopo  
Utente 464XXX

Iscritto dal 2017
Mi fosse stato possobile l’avrei fatto volentieri ma purtroppo i consulti per ortopedia sono esauriti fino a tot tempo.