Utente 794XXX
Egregi dottori,

avrei bisogno di una informazione riguardo i condilomi acuminati. Circa 14 mesi fa mi sono stati bruciati dei condilomi acuminati sul prepuzio utilizzando la crioterapia. Non mi è stato detto a cosa fossero dovuti, mi hanno solo detto che erano di origine virale ma non mi hanno detto il nome del virus. In medicina come in altri campi 2+2 non fa sempre 4 ma chissà perchè le persone (donne) con cui ho dei rapporti si ritrovano ad aver dopo due , max tre mesi dei problemi di verruche alla vagina. La dianosi è sempre la stessa: HPV. Ora mi chiedo: sarò io la causa? penso di si, anche se ho eseguito i controlli successivi alla crioterapia e non mi è mai stato trovato nulla. Evidentemente, se ho questo virus,sono ancora infetto e in una fase in cui trasmetto l'infezione. Ho perso già due partner cui ero molto legato per questa maledetta storia: vorrei sapere se esiste un esame per valutare la presenza di questo virus (stato clinico, sub-clinico o latente) all'interno del mio corpo e se i condilomi acuminati possano essere manifestazioni non necessariamente correlate ad hpv. Questo è l'unico modo che ho, nel caso non sia hpv, a dimostrare la mia assoluta non responsabilità o responsabilità indiretta nell'aver causato problemi di salute ad altri. Ho già letto l'articolo del dottor Laino su cui si spiega tutto su hpv. Vi prego di darmi indicazioni su quello che ho chiesto.
Grazie mille
saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
l'articolo del collega mi sembra già piuttosto esaustivo, comunque ....
Verruche genitali, condilomi acuminati, creste di gallo, etc, sono sinonomi ,più o meno fantasiosi quando legati a somiglianze morfologiche, ma comunque chiaramente collegati ad HPV (di cui come sa vi sono vari tipi).
Banalizzerò, o meglio semplificherò al massimo.
Avere la malattia da HPV (diciamo i condilomi!)non è uguale ad avere l'HPV.Cioè , se il virus è "dormiente" nel citoplasma della sua cellula non le darà manifestazioni cliniche e in quel momento non potrà certo contagiare.
Ben inteso nulla è in grado di estrarre il virus dalla cellula, quindi il virus verosimilmente, considerando la sua storia pregressa, è in lei.
Pensi a chi ha episodi di Herpes sul labbro.
Avrà anche periodi in cui pare non avere alcunchè;ma il virus è nei suoi gangli sensitivi, in attesa di riattivarsi,
Sarà contagioso quando ha la "febbre", e non lo sarà negli altri momenti.
Il problema nel suo caso è che non è possibile stabilire ora se le sue donne erano già contagiate prima, o se lei avendo una microcondilomatosi non evidenziata le abbia contagiate.Questo non posso dirglielo.
Deve rivolgersi al dermatologo che,insieme a tanti ragguagli, effettuerà la peniscopia, ma ,a differenza delle donne, per vari motivi , non sono indicati esami di screening comparabili.
A disposizione
Cordialità