Utente 930XXX
Da quasi un'anno ormai, ho il seguente problema: comparsa di ragadi anali ed in contemporanea indurimento del prepuzio con conseguente fessurazione della pelle durante il rapporto sessuale. Mi sono rivolto al mio medico che sensa nemmeno visitarmi mi ha prescritto una pomata "Travocort" pensando che fossero funghi. Dopo due settimane di applicazioni il problema è peggiorato a tal punto che i dolori sia al mattino durante la defecazione che durante i rapporti sessuali sono diventati insopportabili, allora mi sono rivolto ad uno specialista proctologo che dopo la visita mi ha detto che c'erano delle ragadi e non c'era niente nel primo tratto del retto ed inoltre che non c'era nessuna correlazione tra le due parti e che era il caso di fare una colonscopia per escludere che si trattasse di un tumore, per quanto riguarda il prepuzio mi ha mandato da un dermatologo che mi ha diagnosticato una Balanopostite ed anche dei condilomi alla base del glande e mi ha prescritto delle pomate. Esito della colonscopia emorroidi di II°, terapia: mi è stato detto di non fare nulla. La cosa davvero strana è che questo problema ha delle fasi durante le quali si acutizza per poi alleviarsi dopo 7/10 giorni, l'unica conseguenza è che man mano la pelle del prepuzio ha perso elasticità e provo dolore quando scopro il glande. Visto i grandi risultati delle varie terapie prescritte, non so proprio come fare e a chi rivolgermi per tentare di scoprire la causa e possibilmente risolvere il problema che mi sta procurando oltre ai dolori e fastidi fisici ai quali mi sono quasi abituato, dei problemi di coppia e di conseguenza piscologici, a volte ho terrore di andare in bagno e soprattutto di avere rapporti sessuali completi, perchè non so mai se è tornata la fase acuta o no. Spero di essere stato chiaro, Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Il problema che ci riferisce, gentile utente deve essere ben valutato: fra le ipotesi possibili, quella di un Lichen sclerosus incipiente deve essere la prima ad essere vagliata con attenzione.

SI riferisca al Dermatologo Venereologo per chiarire subito la situazione, senza applicare nulla che possa controvertire il quadro.

cari saluti
[#2] dopo  
Utente 930XXX

Iscritto dal 2008
Purtroppo mi sono già rivolto a tre diversi dermatologi e nessuno di loro mi ha fatto fare esami,mi ha solo prescritto pomatine all'ippocastano e vari, non saprei proprio a che rivolgermi, visto che il mio medico di base non sa aiutarmi ed io non conosco nessuno tranne quelli che ho contattato.
[#3] dopo  
Utente 930XXX

Iscritto dal 2008
Spett.le Dr. Laino, innanzitutto voglio ringraziarla per la risposta e sopratutto congratularmi per l'alta professionalità dimostrata. Mi sono un pò documentato sull'argomento e in realtà tutto sembra combaciare, l'unica cosa che non capisco è come mai i dermatologi a cui mi sono rivolto non hanno avuto nemmeno il dubbio e non hanno avanzato nessuna ipotesi, si sono limitati a prescrivere delle pomate o in un caso ad ipotizzare un'intervento chirurgico per rimuovere i condilomi. Come comprenderà per me il problema è grave e non posso continuare a fare il giro di tutti gli specialisti della mia zona con la speranza di trovare quello giusto o cosa ancora più grave, suggerire, al dermatologo, io stesso la strada da seguire. Tutto questo mi sembra surreale.
Cordiali saluti.