ansia  
 
Utente 440XXX
buonsaera dottori, spero possiate tranquillizarmi. Premetto che nell'ultima settimana ho affrontato eventi che hanno generato in me tanta ansia. Oltretutto ogni tanto ho qualche attacco di panico. Ne ho sempre sofferto. Da oggi pomeriggio, dopo l'ultimo evento negativo di ieri, ho iniziato ad avvertire una sensazione di gongiore al collo che sembra salire fino alle orecchie. Ho preso un bentelan da 1 mg perchè temevo di aver mangiato qualcosa a cui sono allergica, ma non ho trovato miglioramenti. Anzi sento anche una sensazione di nodo in gola, come se avessi il respiro corto. Pensate possa essere ansia? o potrebbe trattarsi di altro? ad esempio un principio di raffreddore. Non vorrei sottovalutare la situazione ma al contempo sono consapevole del mio stato ansioso. Grazie per quanto potrete dirmi.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signorina,
l'automedicazione è sempre da mettere all'indice, specie quando si avvale di farmaci importanti come gli steroidi.
Anche perchè se lei avesse avuto realmente un angioedema con interessamento della glottide, che non determina una "sensazione di collo gonfio" ma sintomi assai più importanti, il suo 01 mg di Betametasone per bocca avrebbe fatto assolutamente nulla e sarebbe finita al P.S.
L'ansia nella sua sintomatologia ha un ruolo che mi pare per nulla trascurabile: ciò non toglie che lei possa stare incubando una forma virale stagionale: si stanno già vedendo numerose.
Perciò veda di tranquillizzarsi: soltanto se i sintomi fossero ingravescenti, ciò che non accadrà, acceda al P.S.
Diversamente passi una buona serata.
Saluti cari,
Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 440XXX

Iscritto dal 2017
gentile dottore ho avuto modo di apprezzare già altre volte la validità dei suoi preziosi commenti. Cosa mi consiglia di fare? L'aggravamento (eventuale) di cui lei ha parlato in cosa dovrebbe consistere? cercherò di stare calma anche se non è tanto semplice. La ringrazio molto.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
l'aggravamento consiste nella reale impossibilità o estrema difficoltà di respirare con comparsa di tirage o rumore inspiratorio.
Non è il suo caso.
Cerchi di tranquillizzarsi e di trascorrere una serena serata e specialmente una serena nottata.
Se è usa ricorrere sporadicamente ad un ansiolitico questa è l'occasione per farlo.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.