anale  
 
Utente 239XXX
Salve.
Meno di due giorni fa ho ricevuto una stimolazione anale da un uomo in un rapporto occasionale. Ho sentito dolore, come un graffio di unghia, quando ha provato a forzare con un dito in aggiunta, e su mia richiesta è tornato ad un solo dito. Prima di inserirlo ogni tanto su toccava il membro per masturbarsi. Questi potrebbe implicare che le sue dita si fossero sporcare di liquido preseminale. Per lubrificare il dito ha usato la sua saliva. Che io ricordi, non aveva lesioni sul dito. Non evidenti, almeno. Ma no ho fatto un'ispezione della sua mano. È durato poco, e ha inserito il dito due volte in totale, la prima delle quali è stata più gentile.
Quali sono e ci sono dei rischi che ho corso? Se sì, per che tipo di MTS?
Sono agitato. Mi confesso ignorante: inizialmente pensavo che la pratica fosse innocua, ma ho letto un giro che potrebbe non essere così. Vorrei un verdetto quanto più possibile attendibile, almeno per capire rischi e possibilità.
Grazie in anticipo a chiunque si presti ad un chiarimento.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
la pratica della digitazione anale che descrive non è affatto innocua.
Specie se il dito veniva umettato con saliva del partner occasionale e se contemporameamente questi si masturbava.
L' MST per le quali è più a rischio sono la infezione anale da HPV, la Sifilide, una ano - proctite da miceti, germi comuni o patogeni intracellulari genito urinari. Una infezione da Gonococco.
La invito a rivolgersi ad un centro per MST della sua Città per una valutazione de visu del caso e un eventuale screening immunosierologico o ad un infettivologo di sua fiducia.
Se vorrà potrà farci sapere.
Cordialità,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Dottore,

La ringrazio per il responso. Mi adopero per seguire i consigli. Nel frattempo, a quali sintomi dovrei prestare attenzione e con quali tempistiche?
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
se le comparissero fastidi in sede anorettale( bruciore, secrezione, tenesmo, dolore, diarrea) o se comparissero escrescenze di qualunque genere od ulcere che tardano a guarire.
Mi tenga aggiornato se vorrà.
Saluti cordiali,
Dott. caldarola.
[#4] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Dottore,

Ho contattato l'ospedale e venerdì, presentandomi, mi fisseranno una visita per ottobre. Ci vorrà un po'.
Ad ogni modo, senza particolari dolori di pancia, sto avendo una lieve forma di diarrea, che però si sta verificando da prima del rapporto (sono stato sotto antibiotico per sei giorni a causa di una influenza) e che potrebbe essere il risultato anche dell'agitazione. La sera stessa dopo l'atto ho perso appetito per l'agitazione, e sia oggi che ieri sera ho avuto una leggera nausea dopo il pasto che è scomparsa dopo una mezz'ora.
Già in presenza di questi sintomi ci sono ulteriori indicazioni?
Vi farò sapere anche in futuro le impressioni del medico e l'evoluzione delle condizioni.
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
Non si preoccupi della diarrea, perchè presente prima della digitazione anale.
E' probabile una forma virale stagionale o una sindrome dell'intestino irritabile.
Stia tranquillo.
Attendo sue notizie e dunque a presto.
Cordialità.
Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
Gentile dottore,
la ringrazio. Non ho sviluppato sintomi, ma in realtà le scrivo per un'altra faccenda. Tra i rischi maggiori non ha menzionato quello dell'HIV. Su altri siti o su questo stesso forum ho letto che con le modalità da me descritte il contagio non sarebbe possibile, perché indiretto e il virus muore a contatto con l'aria. Inoltre, il partner si è toccato l'asta ma non in glande, poiché il pene non era in erezione, ma solo appena indurito rispetto alla condizione di riposo. Non posso però escludere che per un qualunque motivo lui abbia toccato del suo liquido prespermatico. Mi sento di escludere invece ferite aperte sulla sua mano, che avrei altrimenti visto.
Lei come mai non l'ha elencato? Inoltre, mi può confermare che il contagio non sarebbe stato possibile secondo le modalità illustrate?
Glielo chiedo perché mi sono agitato particolarmente, e ricevere da un medico una risposta chiara e precisa potrebbe aiutarmi molto a recuperare l'appetito. La mia preoccupazione viene dal fatto che il partner, abbastanza avanti con gli anni, alla domanda sulla sua sieropositività non ha risposto, e dopo alcune ricerche su internet ho confrontato gli effetti delle medicine e mi sono spaventato assai quando ho visto che gli effetti della lipodistrofia calzano perfettamente sul fisico del mio partner occasionale. In altre parole, le chiederei se gentilmente riuscisse a darmi una risposta veritiera e mi auspico consolatrice insieme.
Mi scuso per l'insistenza. Non ho nessuno con cui parlarne e mi sto agitando forse fin troppo. Mi dispiace darle questo peso.
Cordiali saluti