Utente 464XXX
Buongiorno,
da qualche mese a questa parte soffro di una moderata, a volte piu' accentuata forma di ansia, con presenza di attacchi di panico.
Ho riscontrato tutti i sintomi del caso, dal fastidio al braccio, alla paura di svenire, impazzire, de realizzazione & co.
So che sono simtomi comuni e non sono particolarmente preoccupata.
Cio' che mi preoccupa e' la pesantezza al cranio, spossatezza, senso di vertigine, stanchezza e mancanza di energia pur avendo dormito (ma non so se riposato") circa 9 ore a notte. Sono molto preoccupata poiche', come ogni ansiosa da manuale, questo fastidio alla testa cranio, e mancanza di energia, mi fanno pensare al peggio :)
So che probabilmente lo stress mi sta auto alimentando queste paure, ma quello che non riesco a capire e' come "capire" se si tratta di un risvolto ansiogeno oppure se devo investigare.
Le mie analisi di laboratorio eseguite a Luglio sono buone.
Qualsiasi commento e' ben accetto.
Molte grazie!
[#1] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non vedo il motivo per cui si debba preoccupare. Cio' che descrive non fà pensare ad una grave malattia, ma solo ad uno stato ansioso-depressivo , associato ad attacchi di panico. Prima che possa avvenire un aggravamento della sintomatologia, Le consiglio di rivolgersi ad un Neurologo.
Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 464XXX

Iscritto dal 2017
Gent.mo Dott. Brunori,

la ringrazio per la cortese e precisa risposta.
mi sto attivando per un consulto neurologico.
Lei avra' capito che temevo il peggio..come da manuale :-)
Concordo con la sua diagnosi a distanza, al momento la pressione alla testa e' quasi scomparsa e noto che si accentua con stati ansiosi.
Non le nascondo che il sintomo piu' fastidioso che questa mia condizione ansiogena mi comporta da tempo, e' uno stato di confusione generale (mi da fastidio stare con le persone perche' devo far finta di stare bene! e questo mi stanca parecchio!) con difficolta' alla concentrazione e un senso di fastidio alla vista, come un continuo leggero abbaglio.
Avendo un lavoro a tempo pieno ed una famiglia a cui pensare, non mi sento al 100%, l'energia al mattino che vorrei provare dopo aver dormito 9 ore (ma forse non riposato) non e' presente.
Le vorrei solo chiedere cosa intende ripettivamente a queste sue parole :

"Prima che possa avvenire un aggravamento della sintomatologia, Le consiglio di rivolgersi ad un Neurologo."


Grazie mille per la sua risposta!

P
[#3] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Intendo dire che, se si trascura, gli episodi di attacchi di panico possono essere sempre piu' ravvicinati, con ripercussione per la sua vita quotidiana e tempi di guarigione piu' lunghi.
[#4] dopo  
Utente 464XXX

Iscritto dal 2017
Certo Dott.
cerchero' di impegnarmi ancor di piu'.
Ho fatto qualche seduta di psicoterapia, cerco di essere costante nella meditazione, vorrei fare piu' sport..non solo una corsetta settimanale...e ho iniziato una cura con compresse a base di iperico, proprio ieri.

Spero presto di poter pensare a questo periodo solo come un momento di rafforzamento interiore!

Un cordiale saluto ed apprezzo molto il tempo che mi ha dedicato!
[#5] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Perfetto, il tutto vedrà, con un po' di pazienza, sarà solo un brutto ricordo.
In bocca al lupo!