Utente 391XXX
Buongiorno, sono stata operata per chiusura forame ovale pervio in data 19/01/2016. Ho fatto tutti i controlli secondo quanto consigliato, ho ripreso anche attività fisica per cercare di eliminare sovrappeso, quindi tutto nella norma. Fatto ultimo controllo il 18/05/2017, unica cosa una lieve insufficienza mitralica lieve, lieve tricuspidalica con PAPs stimata 27 mmHg, per il resto tutto bene e in quell’occasione mi è stato detto che si poteva interrompere la cardioaspirina. Il 13/09/2017 ho avuto un malore mentre ero al lavoro, giramento di testa fortissimo tanto da dovermi mantenere al bancone, forte nausea e fortissima sudorazione...questo circa per 10 minuti, poi mi sono ripresa e sentivo che mentre parlavo ero rallentata nel linguaggio ( ma parlavo bene). Sono stata ricoverata in neurologia esami tutti negativi tranne l’angiotac dove il cardiologo aveva riscontrato un arteria più ristretta, poi diciamo smentita da radioneurologo con ecocolor doppler. Sono stata dimessa con :” secondo le indicazioni del cardiologo, rivolgersi al più vicino pronto soccorso per registrazione ecg in caso di sospetta alterazione del ritmo cardiaco”. Ultima cosa, durante il ricovero per i primi giorni dopo malore, mal di testa, pressione bassissima addirittura una mattina 70 su 50 e qualche linea di febbre, ma in merito non mi hanno detto nulla.Questo e’ diciamo in breve il tutto.
Tutto questo, potrebbe non esser nulla, ma nell’incertezza, sono non proprio tranquillissima.
Grazie in anticipo per l’attenzione, buona giornata
[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
La negatività dell'angiotac tranquillizza sia sul problema PFO trattato, sia su eventuali cause aritmiche (che comunque non è chiaro su che base siano state sospettate dal cardiologo). Quello che ha avuto è probabilmente solo secondario a bassi valori pressori (visto i valori che riporta).
Cordialmente