Utente 465XXX
Buongiorno Dottore,
ho iniziato un paio di mesi fa a non stare bene. Inizialmente davo colpa al caldo e alla pressione bassa per la sensazione di stanchezza e mancanza di energie che avvertivo. A ciò è seguito un periodo di forte ansia per questioni di scarsa importanza. Successivamente, umore depresso, scarsa energia, difficoltà digestive, inappetenza.
Il mio medico crede si tratti di un leggero stato depressivo. Ma io non sono certa sia questa la strada giusta.
Temo possa c'entrare la tiroide: tsh 5,3 (range max 4,2), t3 e t4 nei limiti. L'ecografia rileva una struttura disomogenea e una diffusa vascolarizzazione bilaterale. Avverto spesso un leggero fastidio in fondo alla gola, come fosse irritata.
In attesa dell'appuntamento con l'endocrinologo, vorrei un parere: la sintomatologia che ho avuto e ho tuttora potrebbe essere compatibile con un problema alla tiroide?
Grazie in anticipo per il cortese riscontro.
[#1] dopo  
Dr. Gaetano Sodo
16% attività
4% attualità
0% socialità
SANT'ANTIMO (NA)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2011
gentile signora buongiorno
sicuramente la sintomatologia che lei denuncia è almeno in parte compatibile con l'ipotiroidismo che si è manifestato. consiglio di eseguire anche gli opportuni autoanticorpi per valutare eventuale m. di hashimoto
[#2] dopo  
Utente 465XXX

Iscritto dal 2017
Grazie per il cortese riscontro.
Confermata la presenza di anticorpi compatibili con la malattia di Hashimoto. A suo parere è corretto intraprendere la terapia con ormone sintetico anche in presenza di ipotiroidismo ancora allo stato subclinico?

Grazie ancora, saluti.