Utente 916XXX
gentili dottori, spero di avere scelto la specialità giusta.
Il mio fidanzato è stato recentemente sottoposto ad una visita dalla quale è risultato che dovrà essere operato per togliere il timo a causa di un ingrossamento che gli porta problemi a deglutire e problemi respiratori. Gli è stato detto che questo è una conseguenza dei virus erpetici. Lui è malato di molnonucleosi da ormai 3 anni.Ha ancora il virus dell'EBV attivo mentre da poco gli si è negativizzato il citomegalovirus. Quando dico che è attivo intendo che è ancora positivo nelle Igm che se non sbaglio sono quelle che identificano un'infezione recente.
Vorrei sapere cortesemente che rischi comporta questa operazione (è vero che rischia l'inabilità fisica?), se si può curare il timo malato e soprattutto in quali casi il timo si ammala.E' un organo fondamentale x il nostro corpo?Si può vivere senza?
Grazie in anticipo dell'attenzione e della risposta che mi darete.
[#1] dopo  
Dr. Gian Luca Natali
24% attività
0% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
Senza voler entrare nel merito di un'indicazione chirurgica posta dai Colleghi che hanno visitato il Paziente e conoscono il caso clinico, cercherò di rispondere alle sue domande.
Il timo è un organo posto nel mediastino antero-superiore cioè fra i due polmoni e dietro lo sterno.
E' un organo molto sviluppato al momento della nascita, presiede "all'educazione" di alcuni globuli bianchi detti linfociti fondamentali per lo sviluppo dell'immunità.
Con la crescita tende all'involuzione.
In alcuni casi può causare malattie autoimmuni o può essere sede di neoplasie.
Quando necessario viene asportato chirurgicamente con tecniche diverse a seconda della patologia e delle caratteristiche del Paziente.
Senza timo si può vivere senza conseguenze poichè la sua funzione fisiologica in età adulta è già terminata.
L'intervento si esegue in ogni caso in anestesia generale ma per ulteriori dettagli Le consiglio di parlare con il Chirurgo Operatore.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 916XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottore,
La ringrazio pòer la cortese e soprattutto veloce risposta.
Non mi è ancora chiaro però come possa esseresi ammalta questa ghiandola a causa della mononucleosi. Gli è stato detto che l'operazione non è obbligatoria, che può anche continuare a vivere anche anni così, gli hanno inoltre detto di stare molto attento se nota dei cambiamenti nel suo corpo, come qualche linfonodo ingrossato o aumenti di peso o perdite di peso eccessive e in breve tempo.
Grazie ancora per l'attenzione.