Utente 466XXX
Salve,sono un ragazzo di 22 anni
circa 5 anni fa, in seguito a febbre , nausea , dolori influenzali che tardavano a sparire e a linfonodi ingrossati nella zona del collo, mi recai dal medico per un ecografia agli stessi, ma circa due mesi dopo. Dopo la visione dei linfonodi il medico mi prescrisse una visita specialistica del sangue, dalla quale si evinse a suo dire una mononucleosi infettiva, che sarebbe sparita da sola. Fin qui tutto bene.
I linfonodi sono 6-7 distribuiti in tutto il collo, indolore e mobili. Il più grande di circa 2,2 cm il più piccolo di qualche millimetro. Alla loro vista l'ecografo mi chiese se avessi avuto l'influenza qualche settimana prima.
La mia domanda è questa. Dopo 5 anni è possibile che gli stessi linfonodi siano ancora presenti? Essi hanno la stessa forma e grandezza, ma sono sempre li.Inoltre tastandomi ho notato che ne ho altri due grossi circa 1 cm alla stessa altezza sotto entrambe le ascelle, e un altro piccolissimo all'inguine sinistro. Non so se anche 5 anni fa erano presenti anche questi ultimi. Devo preoccuparmi?
Anche perché l'anno scorso , in seguito a una tosse stizzosa durata qualche settimana lo pneumologo mi tasto la clavicola alla ricerca di linfonodi , ma non ne trovò, anche se non gli dissi che erano presenti più sulla parte superiore del collo , sotto la mandibola e due sulla parte centrale ( Tutti intorno al cm tranne quello di 2,2 sotto la mandibola). Dalle esami del sangue mi uscirono i monociti un poco alti ( 12 con asterisco* e il valore limite era 8-10) e frammenti di CA nelle urine.
Cosa mi consigliate? E' da 5 anni che vivo nel terrore di avere un tumore ma non ho il coraggio di venirlo a sapere. AIUTATEMI!
[#1] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non vedo il motivo per cui ti debba preoccupare. la linfoadenopatia è di tipo reattivo, esito della mononucleosi a suo tempo contratta. Purtroppo, tale situazione tende a permanere anche per diversi anni, con remissione e riacutizzazione dello stato infiammatorio. Ti sei fatto visitare dal tuo medico curante e, quindi, non vedo il motivo di avere dubbi in proposito.
Un codiale saluto
[#2] dopo  
Utente 466XXX

Iscritto dal 2017
Ho omesso una cosa nello scrivere,è anche da quel periodo che ho uno scolo retronasale che non riesco a domare. Lo pneumologo mi consiglió una cura con antibiotici ,ma a poco è servita. È sempre presente muco soprattutto al.mattino e ho continuamente bisogno di raschiare e sputare. Può essere che tali linfonodi tegano conto di una qualche infezione cronica? Però continuo a non spiegarmi ad esempio i linfonodi ascellari. Scusate le troppe domande, ma non può capire la mia paura
[#3] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
I linfonodi si presentano al collo, lateralmente e sotto angolo-mandibolari, ascellari ed inguinali. Queste sono le zone di repere di tali formazioni. Il muco non ha nulla a che fare con la linfoadenopatia. Anche la cura antibiotica è sbagliata.
Purtroppo, da lontano, non posso essere molto specifico sul tuo caso specifico, non potendo effettuare un esame clinico