nervo  
 
Utente 466XXX
Gentili specialisti,
Vi scrivo per chiedervi un consulto circa un problema che mi affligge da vari anni. Secondariamente a sforzi ripetuti e intensi ho avuto delle tendiniti molto invalidanti dell'avambraccio dx. Dopo un periodo di pochi giorni di anestesia della parte laterale della faccia volare dell'avambraccio, in particolare in corrispondenza della tabacchiera anatomica, la situazione si è risolta, ma ora permangono disestesie dolorose soprattutto allo sfiorare la cute in un punto specifico e non posso eseguire sforzi (allenamento in palestra che richieda l'utilizzo del polso) altrimenti iniziano delle crisi dolorose di alcuni giorni accompagnate da malessere e vomito che mi portano a dover immobilizzare il braccio e prendere tonnellate di antinfiammatori. All'eco muscolotendinea è risultato un laccio fibroso che si porta dal tendine del flessore lungo del I dito a intrappolare il n. Muscolocutaneo formando una sorta di manicotto.
La mia domanda, premettendo che andrò comunque a consultare uno specialista, è: esiste un intervento di rimozione del l'aderenza? Vale la pena spendere per una visita o rischio di andare a vuoto?
Grazie a tutti
[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

non mi convince affatto questa ipotesi delle aderenze...

Certo, la visita va fatta, a maggior ragione nel suo caso, in quanto bisogna capire cosa "irrita" il ramo nervoso sensitivo.

Farei però prima una ecografia con sonda ad alta frequenza, per escludere un piccolo neuroma (schwannoma), che quando è in fase iniziale può non essere palpabile.

Buona notte.
[#2] dopo  
Utente 466XXX

Iscritto dal 2017
Gentile Dr. Leccese,
La ringrazio per la risposta. Procederò a sottopormi ad eco ad alta frequenza e La ricontatterò.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
OK.