uomo  
 
Utente 172XXX
Buongiorno,
come da titolo, a mio padre che ha compiuto 83 aa, è stata riscontrata la rottura della corda tendinea di uno dei lembi della v. mitralica.
I sanitari interpellati consigliano un intervento "a cuore aperto" per "riparare" la corda medesima o, alla peggio, sostituire l'intera valvola.
Mio padre è in buona salute (relativamente all'età), ma soffre di BPCO; riguardo la patologia cardiaca, attualmente è asintomatico, anche se l'insufficienza valvolare è definibile di grado severo.
Domanda: meglio tentare l'intervento (secondo i sanitare, le probabilità di riuscita sono circa dell'80%) oppure no???

Grazie...
[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
La rottura di una corda tendinea con associata severa insufficienza valvolare mitralica è un'evenienza pericolosa che richiede di procedere chirurgicamente perchè diversamente la prognosi è infausta. Capisco le sue preoccupazioni, ma credo proprio che non abbia scelta.
Cordialmente