Utente 934XXX
Gentili dottori, ho un problema che riguarda la mia compagna.
Lei e una ragazza di 36 anni e circa due mesi fa sì e recata dal dentista che dopo
Avere fatto la radiografia e pulizia denti gli a constatato due piccole carie, e da qui il calvario
Incomincia il lavoro hai due denti e le trova un'altra caria ad un terzo dente apre, chiude
Torna a casa ma dopo due giorni sente dolore, torniamo dal dentista e ci dice di provare con una
Lacca da mettere sui denti ogni giorno per una settimana.
Ma il dolore rimane a questo punto il dottore decide di toglie le otturazioni fatte una settimana prima.
Mentre gli fa l anestesia sente una forte scossa e un calore forte che poi via via si anestetizza
Il dottore fa le otturazioni nuove gli dice che dovrebbe andare meglio,torna a casa l anestesia
Piano piano finisce il suo effetto e sente un forte dolore alla mandibola, il giorno dopo il dolore e arrivato all’orecchio con il blocco della mandibola vado al pronto scorso gli fanno una puntura e gli dicono di tornare dal dentista.
Torna dal dentista ( che quando la vista arrivare ha incominciato a sbuffare) ha detto di prendere.
Per una settimana due volte al giorno VOLTAREN 50mg ma il dolore rimane si limita pure nel mangiare per evitare il dolore cosa deve fare? Cosa ha combinato il dentista?.
Devo dire che ha pagato 750 euro per un lavoro fatto male come può fare per essere risarcita.
Vi sarei molto grato ad una vostra risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr.ssa Sarah Marchionni
24% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Le consiglio di andare dal dentista, lo stesso o un altro e farsi spiegare cosa è successo. Potrebbe aver irritato il nervo, cosa tra l'altro frequente, e si possono assumere farmaci che ne aiutano la ricostituzione: non posso suggerirle il farmaco in questa sede.
[#2] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.mo Sig.re,
la sintomatologia descritta non è rara.
Molto probabilmente vi è stato un traumatismo diretto al fascio vascolo-nervoso mandibolare.
La sintomatologia è quasi sempre temporanea, e si risolve in pochi giorni.
Talora, probabilmente per la presenza di edema o ematoma, la sintomatologia perdura per un periodo più lungo, anche di qualche settimana.
Le confermo che è opportuno rivolgersi all'Odontoiatra, che potrà fornire ulteriori informazioni e la corretta terapia.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 934XXX

Iscritto dal 2008
Dr. Vi ringrazio per la vostra disponibilita spero che questo problema venga risolto perche e molto doloroso
spero di trovare una cura vi terro' informati
Distinti saluti.