dente  
 
Utente 467XXX
Buonasera a tutti,
vi chiedo gentilmente un parere sulla mia situazione..
alcune settimane fa inziò un forte dolore al dente del giudizio, per metà già spuntato, in basso a sinistra.
Dopo un consulto il mio dentista mi fece fare una RX ARCATE DENTARIE con il seguente referto:
"Estesa carie sulla corona del 38; apici in prossimità del canale mandibolare con dubbia microtrasparenza sull'apice distale"
E' mi disse subito che va estratto..
La mia prima domanda è una chiarimento su questo referto, cosa rappresentano le dubbie microtrasparenze sull'apice distale ?
Inoltre, il mio dentista adesso mi ha prescritto una TAC DENTALSCAN MANDIBOLA , essendo a conoscenza della TC COME BEAM gli ho chiesto se poteva andar bene anche quella per la minor dose di radiazioni, ma la risposta è stata di fare la tradizionale TAC DENTALSCAN MANDIBOLA, vorrei capire perchè.. ? Quante Radiazioni all'incirca emette questo tipo di esame =?
Grazie mille a tutti per le vs risposte.. e buon lavoro
[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio
28% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
La microtrasparenza sull'apice farebbe pensare ad una reazione periapicale (granuloma?),che sara' meglio definita
dalla CBCT ,anche per valutare i rapporti col NAI.
Se il suo dentista insiste per la TC tradizionale,potrebbe darsi che in zona non siano attrezzati per la Cone Beam.
Si chiarisca bene,nel caso ipotizzato anche la TC Dentalscan puo' andar bene,ma con una emissione di radiazioni maggiore.....
Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 467XXX

Iscritto dal 2017
Buonasera dottore,
La ringrazio per le informazioni, a questo punto credo che sia ripetitivo chiedere spiegazioni al mio dentista sul perché della tc tradizionale, in quanto si è già espresso sull'argomento..
Saprebbe indicarmi all'incirca quante radiazioni, o a quanto equivalgono, vengono assorbite dal corpo durante una tc dentalscan mandibolare?
Possibili effetti a lungo termine?
Grazie, buona serata..
[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio
28% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Le invio una comparazione delle dosi espresse in millisievert nel campo dentale

Radiografie per uso odontoiatrico (mSv per singola analisi)

Rx endorale digitale 0,005

Panoramica digitale
0,017

Cone Beam a FOV ridotto (5x3,7) Kodak 9000 3D
0,021

Altre Cone Beam (dipende dai modelli) 0,027 - 0,516

Come vede sono dosi molto ridotte che vengono smaltite nel giro di 10-15 giorni e non provocano effetti a distanza.
Tenga presente che durante l'esame vengono
protetti con appositi dispositivi di protezione
le zone "sensibili" del nostro corpo....
La TC dental scan tradizionale puo' esporre
a radiazioni ionizzanti circa 40 volte superiori
rispetto alla Cone Beam.

Bibliografia:

Ludlow J.B. "comparative Dosimetry of dental CBCT devices and 64-slices CT for oral and maxillofacial radiology" University of North Carolina, Chapel Hill, NC


Buona Serata
[#4] dopo  
Utente 467XXX

Iscritto dal 2017
"Come vede sono dosi molto ridotte che vengono smaltite nel giro di 10-15 giorni e non provocano effetti a distanza"

Dottore.. Questo vale anche per la tc dentalscan mandibolare che come ha citato espone a valori circa 40 volte superiori..?
Grazie
[#5] dopo  
Dr. Luigi De Socio
28% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Vengono smaltite nello stesso tempo.
Quando si parla di radiazioni occorre distinguere la dose assorbita dal corpo intero, da quella all'organo bersaglio.
In pratica quando si effettua una TC al mascellare la dose è molto più elevata sul punto in studio che al corpo intero.
In ogni caso si tratta di dosi sempre molto contenute e con margini di rischio molto ridotti.
Ovviamente il "costo" che si paga in termini di dose assorbita deve essere ampiamente minore del vantaggio diagnostico che ne ricaviamo.
Non dimentichi comunque che il nostro corpo assorbe quotidianamente le radiazioni del fondo naturale e in casi particolari come i viaggi intercontinentali ad alta quota, la dose si avvicina abbastanza a quella di un moderno esame di diagnostica per immagini.
Quindi non è solo la diagnostica radiografica che deve essere temuta, ma numerose altre situazioni ,anche della vita quotidiana( ad esempio il fumo di sigaretta,radiazioni terrestri, radon ,ecc).

Cordialmente