Utente 467XXX
Buonasera, nel mese di Luglio sono stato ricoverato in ospedale per febbre che non rispondeva ai farmaci, dolore epigastrico ed urine ipercromiche, con diagnosi di Epatite A. I valori di ALT erano in origine di circa 4200 e AST 3200, scesi rispettivamente a 1000 e 600 dopo una settimana, con conseguente dimissione dall'ospedale. Dopo 10 giorni i valori erano scesi a 345 e 80, per calare a 135 e 60 a fine agosto.
L'infettivologo che mi segue aveva consigliato un nuovo controllo a fine settembre, confidando nella completa normalizzazione dei valori, ma in occasione di tale controllo i valori erano scesi in maniera veramente minima (ALT 123 e AST 58), quindi mi ha consigliato di ripeterle dopo 15 giorni, e oggi i valori sono ALT 135 e AST 58. Sembra che la situazione si sia bloccata, anzi lievemente peggiorata. Gli altri valori epatici sono tutti nella norma, idem l'emocromo. In ospedale mi avevano fatto anche i test per le altre epatiti, tutti negativi (B ancora coperta da vaccino). Io mi sento benissimo e svolgo tranquillamente il mio lavoro. Mi chiedevo se fosse normale tale decorso clinico e quanto tempo potrebbe occorrere per la normalizzazione. Grazie
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
è del tutto normale.
Possono passare anche molti mesi finchè si abbia una normalizzazione del quadro enzimologico nell'Eapatite A.
Dieta libera ma assolutamente bandito l'alcool.
Cordialità,
Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 467XXX

Iscritto dal 2017
Buongiorno Dott. Caldarola,
la ringrazio moltissimo!
Mi ha tranquillizzato.

Saluti