Utente 461XXX
Buonasera,
Ormai da due mesi all'incirca provo bruciore al glande, ultimamente secchezza, arrossamento, screpolamento della pelle, piccole macchie bianche, alcuni giorni ho avuto l'urina che maleodorava e in alcuni casi provo calore nella zona tra testicoli e ano.
Ho effettuato i test per malattie veneree risultati tutti negativi, tampone prepuziale negativo urinocultura negativa dalla presenza di batteri o altro.
Mi sono recato dal dermatologo venerologo che presume una candida e prescritto canesten per 1 mese tutti i giorni con lavaggi durante la giornata con un detergente.
Il mio medico di base oltre che farmi effettuare le visite non ha saputo dirmi nulla e mi ritrovo a distanza di due mesi con la sospensione del canesten in quanto non ha fatto effetto, la prescrizione di una crema gel per evitare la secchezza che ho patito per 2 o 3 giorni, nessuno mi ha saputo dire efettivamente che cosa può essere e ciò mi da abbastanza fastidio nel cercare sintomi simili ai miei ho capito che potrebbe essere una balanite o qualcosa di simile poi si suddivide in varie tipologie che bisogna distinguere per avere una cura appropiata.
Sinceramente sono al quanto preoccupato in quanto non ho una cura specifica da seguire e mi trovo allo sbando vorrei capire cosa posso fare a chi mi posso rivolgere per essere seguito in modo più appropiato non ho una conoscenza a riguardo quindi mi preoccupo sul fatto di quanto possa durare, cosa può provocare e sopratutto se è curabile.
Ho parlato con alcuni farmacisti che secondo loro dei lavaggi durante la giornata potrebbero aiutarmi con applicato durante il giorno una crema di reidratazione come sto facendo ora, sinceramente ho pensato di recarmi al pronto soccorso diverse sere in quanto il bruciore era insopportabile avrei bisogno di informazioni a riguardo consapevole che senza una visita è al quanto difficile.
Vi ringrazio in anticipo buona serata.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe, Fabrizio Amoruso
20% attività
8% attualità
0% socialità
CROTONE (KR)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2011
buonasera,
la diagnosi sulle mucose è sempre una sfida, specie nei soggetti pluritrattati.
Fondamentale, l'anamnesi, e naturalmente l'attenta valutazione dei segni clinici.
Nei casi in cui non fossero presenti elementi dirimenti e persistesse l'eritema è necessario eseguire esame bioptico per esame istologico, unico metodo diagnostico realmente oggettivo in tali casi.
Senza dubbio al bando ulteriori tentativi terapeutici raffazzonati locali o sistemici se non si fa prima chiarezza.
[#2] dopo  
Utente 461XXX

Iscritto dal 2017
La ringrazio quindi dovrei effettuare un esame istologico per essere a conoscenza di ciò che le mie mucose hanno.
Il dermatologo mi aveva già parlato di "ovvieta" riguardo le analisi negative in quanto avevo un problema sulle mucose.
Mi informerò presso il mio medico di base per un esame del genere.
Comunque sono cose curabili una volta trovato il problema immagino...
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe, Fabrizio Amoruso
20% attività
8% attualità
0% socialità
CROTONE (KR)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2011
sì, verosimilmente sarebbe un opzione da perseguire, ma ribadisco, solo se dovesse persistere la patologia in questione, e in mancanza di una diagnosi clinica chiara
[#4] dopo  
Utente 461XXX

Iscritto dal 2017
Buona sera,
Dopo 1 settimana di fermo con creme il mio dermatologo ha insistito sul fermarmi del tutto con creme e lavaggi lasciando tutto così al massimo lavarsi con acqua e sapone.
Non ho più quelle sensazioni di bruciore / calore intenso ma noto comunque la presenza di calore sul glande e sopratutto ho come la pelle un po' arrossata e delle chiazze di colore più chiaro.
Sinceramente non trovo corretto il fermo in quanto nemmeno ho avuto una visita visiva dopo 2 mesi e ne ho passate diverse senza mai assumere antibiotici e o creme al di fuori del canesten che è risultato al quanto inutile dato che mi si è ripresentata e persiste.
Mi vorrei rivolgere ad altre persone ma se fosse una balanite cosa potrebbe tornare utile per l'eliminazione?
Esistono antibiotici ? creme micotiche? oltre alla biopsia confermata anche dal mio dermatologo veramente non ho altro modo di sapere cosa c'è di sbagliato nelle mie mucose?

Grazie mille buona serata
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissimo

Direi che la permanenza del suo stato clinico, rende ragione di un nuovo controllo in ambito Dermatologico Venereologico
Di balanopostiti, balaniti e altre condizioni genitali esterne ce ne sono molteplici: la sede che le ho indicato deve essere quella per fare una diagnosi corretta assieme all’esperto di queste condizioni.

Le indico nel frattempo un mio articolo:

http://www.medicitalia.it/minforma/dermatologia-e-venereologia/206-balanopostite-balanite-conosciamole-meglio-curarle.html

Carissimi saluti
[#6] dopo  
Utente 461XXX

Iscritto dal 2017
Buonasera,
La ringrazio in anticipo, ho effettuato una visita visiva da parte di un dottore presso il centro MST, che mi ha confermato che non ho presenza di nessuna balanopostite da candida (come dichiarata dal mio dermatologo venerologo) e sembra tutto normale.
Come oggi ho solo la sensazione di calore ai testicoli e al tronco mentre il glande se lavato con acqua tiepida si arrossa e mostra delle chiazze di colore più chiaro, nei momenti successivi al lavaggio il rossore svanisce e le chiazze non si notano più e sopratutto secchezza a glande scoperto che non ho mai sofferto.
La ringrazio per l'articolo ne ho già letti diversi a riguardo putroppo se non si ha la piena conoscenza di cosa possa essere noto che è difficile liberarsene.
Cercherò di raggruppare vari sintomi che presento non visibili ad occhio o in certi momenti al dermatologo in una prossima seduta con visita visiva.

Grazie mille buona serata
[#7] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Prego e saluti!
[#8] dopo  
Utente 461XXX

Iscritto dal 2017
Buonasera,
Ormai dopo 5 mesi ho ancora sintomi di rossore, sensazione di calore a tutto il pene soprattutto quando urino e macchie biancastre sul glande che si notano quando è irritato dopo una doccia o un lavaggio con detergente.
Il mio dermatologo venerologo mi consiglia di fare solo lavaggi con un detergente intimo e continuare così ma inizio ad essere veramente intimorito dal fatto che la cosa sia sottovalutata.
Il vero disagio quotidiano è il forte calore che presento durante tutta la giornata.
Penso di recarmi ad un ospedale nei prossimi giorni per una visita dermatologica.

Grazie mille buona serata.