Utente 467XXX
Buongiorno a tutti, sono nuovo in questo forum, e vi saluto tutti, contento di esserci perché vedo professionisti sempre molto disponibili ai problemi di tutti.

Volevo a tal proposito fare presente ad un medico professionista il mio caso, cercando di capire meglio come poter affrontare al meglio il problema che è successo a mia madre di 83 anni.

Circa 7 giorni fa si è formato del sangue dentro il suo occhio sinistro, il medico dell’ospedale dove siamo arrivati attraverso il pronto soccorso ci ha detto, dopo aver fatto una visita approfondita, che è difficile dire da dove venga questo sangue , per fortuna la retina è attaccata, probabilmente il sangue deriva da un vaso che ha avuto una trombosi che ha buttato fuori il sangue, probabilmente un vaso in basso dell’occhio, perché si vede un piccolo trancio che deriva dal vaso.

Mi ha anche detto che il sangue si assorbirà un po, e la vista potrà leggermente migliorare, però se nel giro di 20 giorni la vista rimarrà sempre torbida, si potrebbe fare un intervento per togliere il sangue, e togliere questa gelatina malata, intervento chiamato vitrectomia, con questo intervento si pulirà quindi il tutto, migliorando la vista e dove ci sono delle zone deboli con il laser vengono cicatrizzate.

Domanda: Si può pensare prima di una vitrectomia a qualcos’altro da fare di meno pesante?
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Ferdinando Munno
28% attività
20% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
salve,
alla base di un emovitreo bisogna chiaramente capirne la causa. prima di tutto l'ecografia per capire se la retina sia accollata.
certamente se è già stata visitata si può procedere con una terapia medica e capire se si riassorbe in breve in questo sangue. in alternativa confermo intervento di vitrectomia che in mani esperte nel giro di mezzora risolve il tutto.
ci faccia sapere.
[#2] dopo  
Utente 467XXX

Iscritto dal 2017
Buongiorno dott.Munno,

La ringrazio della sua preziosa disponibilità e professionalità.

Le chiedo, quale potrebbe essere per problemi come quello che ho io , inficativamente la terapia da seguire ? ed invece se successivamente pensassimo all’intervento di vitrrctomia , quali potrebbero essere le conseguenze negative a cui mia madre potrebbe andare incontro?

Grazie ancora

Gianluca
[#3] dopo  
Dr. Ferdinando Munno
28% attività
20% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2015
Terapia medica non possiamo prescriverne ma è l’indicazione giusta prima la parte medica poi successivamente chirurgica.