cisti  
 
Utente 284XXX
Salve, Mercoledì mi è stata asportata una cisti tendinea sul dorso della mano.
Innanzitutto spero sia normale che ancora abbia "anestetizzata" la zona tra base dita indice e medio fino a qualche centimetro più sotto.
In secondo luogo in clinica mi è stato detto solamente di tornare Martedì per togliere i punti. Ieri ho sostituito la garza e ho notato che un pezzo della cucitura "fa il giro" sopra la ferita e finisce per poggiarsi su essa: mentre nel tratto prima di questo contatto le due "sponde" della ferita erano praticamente unite, un piccolo buchino c'è tra esse in questa precisa zona di contatto. Non vorrei che quel filo poggiato lì ostacoli la guarigione (è un ramo terminale del filo: non si ricongiunge a nulla e termina qualche millimetro dopo). Come devo comportarmi? Ci sono altri metodi di pulitura che dovrei eseguire prima che venga Martedì?
Spero che inoltre sia normale un'ipersensibilità di quel nervo che passando dal gomito arriva nella zona più vicina a pollice, indice e medio sul dosrso della mano: estendendo il braccio e soprattutto con lievi contatti su di esso, sento il suo impulso, la sua attivazione, che sembra terminare proprio in quella zona sopra descritta come anestetizzata
Il mio medico curante c'è Lunedì, ma se possibile vorrei un aiuto prima di quel giorno. Grazie mille!
[#1] dopo  
Dr. Federico Tamborini
36% attività
20% attualità
16% socialità
VARESE (VA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la medicazione della ferita può tranquillamente attendere martedì secondo le indicazioni del Chirurgo della Mano che ha eseguito l'intervento. Dalla descrizione dei suoi sintomi è presumibile che sia stato "stordito" il ramo superficiale del nervo radiale. Si rivolga al suo Chirurgo della Mano di fiducia: in presenza di anestesia distale e di segno di Tinel (scosse nervose alla compressione) alla cicatricebisogna escludere la lesione nervosa.

Cordialmente,
[#2] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
Va bene grazie, martedì ci parlerò. Ho notato che il sintomo di attività del nervo è maggiore dopo un poco di tempo passato con la mano verso il basso. Ieri sera che sono uscito si attivava anche con torsioni e pressioni sotto l'avambraccio. La ferita è più a sinistra del nervo, ma la cisti era profonda e non piccola, quindi è plausibile che l'intervento abbia generato avvicinamenti. Qualora si tratti di lesione, esiste un modo per escludere almeno il fastidioso sintomo d'impulso nervoso (sollevare piccoli pesi così diventa veramente fastidioso)? Della non-sensibilità in quella piccolissima area non m'interessa molto, anche se oggi la sensibilità da 1/10 sembra esser passata a 2. Ci sono ulteriori accorgimenti da prendere nel frattempo?