Utente 935XXX
Salve. Ho visto che ci sono già numerose domande riguardo a questo argomento tuttavia mi piacerebbe ricevere un parere riguardo al mio specifico caso. Il mio pene è significativamente curvo verso il basso, vi metto il link ad alcune foto fatte da diverse angolature in modo che possiate valutare l'entità del fenomeno:
http://bayimg.com/bAMHLaAbH
http://bayimg.com/BamHPaabh
http://bayimg.com/caMHbaAbH
http://bayimg.com/camHDAaBH
Io non ho mai penetrato una ragazza e vorrei sapere, secondo la vostra esperienza, che tipo di problemi potrebbe causare una tale curvatura? In particolare, può causare dolore alla mia partner o addirittura rendere la penetrazione impossibile? Il fatto di poter scoprire di avere dei problemi a praticare un rapporto sessuale normale mi sta creando non pochi problemi nei rapporti con le ragazze, tuttavia non vorrei sottopormi all'imbarazzo di una visita se questa non fosse necessaria. Inoltre ho un cattivo rapporto col mio medico di famiglia(sto meditando di cambiarlo infatti ma ancora non l'ho fatto), e non mi andrebbe di parlare di queste cose in particolare con lui. A questo proposito vorrei sapere anche se sia possibile prenotare una visita specialistica, rimanendo all'interno del SSN, senza passare dal medico di famiglia.
Riguardo al mio caso, posso aggiungere queste ulteriori informazioni: l'erezione avviene abbastanza facilmente e senza dolore. Non ci sono problemi nell'eiaculazione. La curvatura non si è sensibilmente modifica negli ultimi anni. Quando il pene è flaccido non rilevo al tatto noduli, zone dure o altre palesi anomalie. Se provo a raddrizzare il pene con la forza quando è eretto devo applicare una notevole forza, senza nemmeno riuscire a raddrizzarlo completamente, e provo un discreto dolore, soprattutto nella parte di sotto del pene, lungo tutta la lunghezza. Vorrei chiedervi anche nel caso scoprissi di non riuscire ad avere una penetrazione soddiscfacente, e decidessi di sottopormi ad un intervento, quanto tempo dovrei aspettare prima di poter cominciare l'attività sessuale, contando sia i tempi di attesa per l'intervento sia i tempi di convalscenza post-intervento?
Ringrazio moltissimo tutti coloro che avranno dedicato un po' del loro tempo per valutare il mio caso, saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,dalle foto si evince chiaramente il problema che espone nel post.
La mia esperienza mi ha insegnato che,anche dinanzi ad una curvatura significativa,esistono differenti "adeguamenti" dei singoli al medesimo problema.E' necessario,quindi,personalizzare il dato clinico,facendo riferimento ad un esperto uroandrologo (che a Pisa certamente non manca),al fine di ottimizzare l'aspetto diagnostico e la eventuale ,conseguente,terapia. Ne parli con il medico di famiglia (se non ha feling lo cambi...) e ne segua i consigli.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

La curvatura del suo pene non dovrebbe impedirle di avere soddisfacenti rapporti sessuali.
E' chiaro che molti giovani con tale problema si possano sentire "a disagio" da un punto di vista estetico, temendo un giudizio dalla ragazza o temendo di non poter avere una penetrazione sessuale e sviluppare uno stato di ansietà in occasione dei primi rapporti sessuali che, normalmente, sono accompagnati da una certa insicurezza .
Qualche dato in più su www.erezione.org
Da chirurgo andrologo io mi comporto in tale modo. Se il ragazzo con un tale pene riesce ad avere rapporti sessuali senza rilevanti problemi, consiglio di non prendere decisioni correttive frettolose. Se invece il giovane vive il problema con una certa ansia, tanto da aver paura di affrontare le prime esperienze sessuali oppure se ha notato una difficoltà o impossibilità a penetrare ( è chiaro che la vagina di una giovane donna che non ha ancora partorito non è particolarmente dilatata ed "accogliente", spesso i giovani hanno rapporti in situazioni "scomode" (macchina, di corsa...) la propria ragazza ed anche altre ragazze, allora consiglio la correzione chirurgica, corporoplastica che è abbastanza semplice e con buoni risultati
Vada a farsi vedere da uno specialista andrologo (chirurgo) in ospedale. Non serve la richiesta del medico di famiglia se lei si paga la visita (30-40 euro)
l
Ci tenga informati
[#3] dopo  
Utente 935XXX

Iscritto dal 2008
Grazie mille! Appena ci saranno delle novità vi farò sapere!