Utente 463XXX
Salve dottori...spero di formulare la mia richiesta nella sezione giusta.

Sono un ragazzo di 30 anni.il 28/06/2017 ho subito 2 interventi,ernia inguinale destra ed esportazione della colecisti in laparoscopia.
All'inizio sembrava tutto andasse bene,ma in seguito ho cominciato ad avere dolori al torace (centro e lato sinistro) e braccio sinistro.
Ho effettiato visita cardiologica con esito fortunatamente negativo,vari esami del sangue negativo anche quelli,eco doppler venoso degli arti il 3/08/2017. Negativo,solo l'holter delle 24 ore a dato come risultato una pressione con una media di 90/140 di giorno e 105/160 di notte.
Il cardiologo mi ha prescritto mezza compressa per cercare di stabilizzarla.
Ho effettuato anche 4 risonanze magnetica,sempre per il dolore al torace ed il braccio sinistro,con risultato:

Encefalo:negativo il quadro encefalico di base.

Colonna dorsale:
iniziali manifestazioni spondilosiche
Piccola ernia del disco mediana posteriore a D7-D8
Angioma vertebrale del soma di D12 di scarso livello patologico.
Piccola cisti sottocutanea presumibilmente sebacea a D10

Spalla sinistra:
Ridotto lo spazio sub-acromiale con impigment sul tendine del sovraspinato che appare integro con iniziale tendinosi preinserzionale e peritendinite.
Si associa imbibizione della BSAD e del recesso sottoscapolare-sottocoracoideo.
Integro il tendine del sottoscapolare e infraspinato.
In sede con falda di tenosinovite appare il tendine CLB
In sede integro il labrum della glena.

Rachide cervicale e lombare:
In ambito cervicale,appianata la fisiologica lordosi.
A C5-C6 ernia discale molle mediana e paramediana sinistra.
In ambito lombare,a L5-S1 protrusione discale globale,con due minime ernie:mediana e extraforaminale destra.il disco appare assottigliato e disidratato.l
Bulging discali a L3-L4- L4-L5
Canale vertebrale regolare per ampiezza
Regolare il cono e midollo cervicale
Angioma somatico D12

Ora vorrei chiedervi:ho avuto degli episodi che la gamba sinistra era appena dolorante ed il piede come gonfio ed indolenzito,ieri invece e durato per 2 ore dolore al polpaccio e piede gonfio,invece oggi sono gia 8 ore che ho tanto dolore sia al polpaccio che al piede che a volte sembra diventare freddo oltre che gonfio.
La dottoressa di famigliea pensa che puo essere qualche ostruzione nelle vene...voi cosa ne pensate?
L'ecodoppler fatto ad agosto con esito negativo puo valere ancora oppure ci puo essere una variazione del sistema venoso?
Ps:non faccio un lavoro sedentario,e pratico un'alimentazione abbastanza corretta.
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
se il gonfiore è oggettivo (non solo sensazione) deve ripetere l’ecocolordoppler.
Diversamente il quadro sembrerebbe di competenza neurochirurgica/ortopedica.
[#2] dopo  
Utente 463XXX

Iscritto dal 2017
La rongrazio tantissimo per la velocità della sua risposta.

Siccome,dottore prenotando un'ecodoppler in ospedale ci vogliono circa 2 mesi.
Oggi appena ho finito di lavorare mi sono recato in uno studio privato.
Questo e il risultato dell'esame.

ECOCOLOR-DOPPLER ARTI INFERIORI ED ECO INGUINALE

normale calobro,decorso e flussimetria dei vasi artero-venosi degli arti inferiori.
Non si rilevano stenosi o ostruzioni trombotiche dei vasi venosi profondi ne segni di flebite.
Non linfadenomegalie inguinali bilateralmente ne ernie recidivate.

Quale consiglio a per me dottore?
Potrei fare qualche altro esame oltre quello che ho gia fatto?
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
per quanto desumibile a distanza l’esito dell’ecocolordoppler escluderebbe l’origine vascolare dei sintomi, ma andrebbe integrato da una valutazione clinica generale soprattutto se il gonfiore è effettivamente presente.
Provi in ogni caso a chiedere un parere anche in Neurochirurgia postando nuovamente il quesito anche in quest’area.