Utente 468XXX
Buongiorno,
Parto dal principio. Ad inizio anno dopo una diagnosi errata (faringite acuta) mi è stata diagnosticata la mononucleosi con gli appositi esami del sangue. La dottoressa mi ha detto di sospendere le mie attività sportive e riposare, prendere dei fermenti lattici e degli integratori per non disidratarmi.Riuscivo a portare a termine la mia giornata lavorativa ma una volta a casa letto e solo letto. Dopo qualche mese, in primavera inoltrata faccio degli esami per verificare gli enzimi epatici che la dottoressa aveva notato essere fuori dai valori normali. Tutto ok e anche se non al 100% fisicamente, piano piano riprendo le mie attività (calcio + palestra).La mia curiosità arriva in questo periodo perchè a mesi di distanza non sono ancora al pieno della forma. Un mese fa mi sono fatto una settimana di malattia per, guarda caso, faringite acuta, zitromax 3 giorni ma rientrato al lavoro non mi sentivo ancora bene. Non facevo fatica a deglutire però sentivo la gola infiammata e comunque mi sentivo come se avessi l'influenza. Mi fa fare i risciacqui con l'oki colluttorio e ok, finalmente mi sento un po meglio. Dopo una decina di giorni sono ancora nei premi, inizio a sentirmi poco in forma e una sera, dopo qualche vertigine,vomito anche l'anima. Il giorno dopo febbre leggera e continua sensazione di essere influenzato e anche leggera nausea. Mi chiedo, ho qualche strascico della mononucleosi? oppure è il caso che mi faccia vedere di nuovo? la mia dottoressa l'ultima volta che mi ha visto mi fa che il mal di gola non c'entrava nulla, però pensavo che dopo 9 mesi dovrei essere a posto o no? Non riesco a star bene una settimana di fila!
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
è verosimile che abbia contratto una forma virale di quelle che stanno girando in questo periodo.
Che colpiscono anche l'apparato gastro - intestinale.
Tuttavia sarebbe opportuno che lei ricontrollasse il suo pattern immunosierologico per EBV:
-anti VCA IgM+IgG
-anti EBNA IgG
-EA-D IgG.
Emocromo.
Non è raro che alcune forme di mononucleosi tendano ad essere protratte nel tempo e questo di può accertare solo con analisi specifiche.
Ne parli con la sua Dottoressa che queste nozioni dovrebbe possederle nel suo bagaglio scientifico.
Mi faccia sapere se vorrà.
Cordialità.
Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 468XXX

Iscritto dal 2017
La ringrazio della risposta più che tempestiva e già che ci sono approfitterei della sua disponibilità per farle un altra domanda. Nel caso questi esami accertassero una forma "più duratura" di mononucleosi l'unica sarebbe portar pazienza giusto? Grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
esatto, la pazienza in questi casi è l'unica soluzione.
Quelle farmacologiche devono essere riservate ai casi clinicamente più impegnativi: il suo, con il limite telematico, non mi pare tale.
In ogni caso esami alla mano potremo essere più precisi.
Cordialità.
Caldarola.