Utente 268XXX
Buongiorno, dottori. Posto di seguito i valori degli esami del sangue di giugno:
TSH 4,69 (0,34-5,60)
FT3 3,28 (2,23-4,01)
FT4 5,65 (5.80-12,10)
Ho eseguito anche gli esami di anti tg e anti tpo, risultati alti (al momento non ho però il referto sottomano), mi hanno detto dunque che ho una tiroidite di Hashimoto. Per ora non sto seguendo nessuna terapia sostitutiva, dal momento che non ho ancora sintomi particolarmente pesanti riconducibili ad un ipotiroidismo.
Essendo questa una patologia di tipo autoimmune la mia domanda riguarda il vaccino anti influenzale e in generale i vaccini. Ho fatto il vaccino hpv, il richiamo per quello anti tetano-difterite-pertosse, e il quadrivalente anti meningite, poi ho scoperto dell'Hashimoto. Non ho mai fatto il vaccino anti influenzale e preferirei evitare se non fosse particolarmente consigliabile per questa condizione. In sostanza vorrei sapere se l'Hashimoto rende più a rischio di complicazione in caso di influenza.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Paolo Fancello
24% attività
16% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, faccia tranquillamente il vaccino antinfluenzale
[#2] dopo  
Utente 268XXX

Iscritto dal 2012
Grazie dr. Fancello. La mia domanda era però un po' diversa. Parlando di vaccino anti influenzale viene sempre raccomandata la vaccinazione a certe categorie a maggior rischio di complicazione in caso di influenza, ad esempio età superiore a 65 anni... Si parla anche di alcune patologie, come malattie cardiovascolari, respiratorie e diabete, ma non ho mai trovato specificata la tiroidite di Hashimoto. La vaccinazione è raccomandata anche in questo caso o, non essendoci evidenze di pericolo di complicazioni particolari in caso di influenza, la cosa è lasciata alla discrezione del paziente?
[#3] dopo  
Dr. Paolo Fancello
24% attività
16% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
La vaccinazione antinfluenzale è sempre raccomandata anche se non si hanno patologie a rischio. La tiroidite autoimmune non è una patologia a rischio ma bisogna considerare che lavoro fa, se è a contatto con molta gente, se ha a casa parenti con malattie gravi, se ha bambini piccoli , tutte situazioni in cui se lai si vaccina È protetta. o protegge i suoi cari se lei non si ammala perché immune