Utente 469XXX
Salve, sono un ragazzo e premetto che sono molto in ansia per mia madre.
A causa di un incidente mia madre dovrà affrontare un intervento di Artoscopia al menisco, gli è stato fatto il prericovero e a giorni ci sarà l'intervento. L'anestesista ha optato per una anestesia totale "lieve" in modo da "addormentare" mia madre per circa 1 minuto, per poi fargli l'anestesia locale, nella zona che interessa il ginocchio appunto. Il dottore ha deciso questa procedura poichè ritiene dolorosa, l'amministrazione dell'anestesia locale. Così facendo mia madre quindi riceverà due anestesie , prima la totale e poi la locale. Ora le mie preoccupazioni sono due:
Fare prima l'anestesia totale e poi la locale, è una pratica usata?
Mia madre non ha avuto altri interventi , non ha mai provato l'anestesia totale, solo quella locale somministratagli dal dentista per la rimozione di un dente. Rischia a maggior ragione una reazione allergica superiore(nell'eventualità)? Poichè verrà sottoposta sia alla totale che alla locale.
grazie in anticipo
Cordiali Saluti
[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
8% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Buon giorno, in base alla mia esperienza, la procedura descritta non è insolita o più rischiosa, e si utilizza per garantire un maggior confort al paziente che in tal modo non avverte il dolore della infiltrazione nel ginocchio. Tuttavia è fondamentale precisare che non si pratica una anestesia generale ( lo si può comprendere già dalla durata di 1 minuto, troppo poco) bensì di una sedazione analgesica (cosa ben diversa e molto meno impegnativa).
Spero di essere stata chiara, saluti.