Utente 469XXX
Salve a tutti,

Una decina di giorni fa, mi sono svegliato con una sensazione di groppo alla gola. Da un giorno all'altro. Mi sono preoccupato tantissimo, al limite dell'attacco di panico. Prima di questa insorgenza non ero una persona particolarmente ansiosa, soffrivo d'ansia nei momenti in cui era relativamente normale (esami, dentista, ecc. ecc.). Sono andato dal medico e, dopo una visita obiettiva generale e dopo avergli enunciato i sintomi, mi ha diagnosticato un po' di reflusso (i miei sintomi erano in particolare una sensazione di groppo alla gola, eruttazioni acide, nausea dopo mangiato e un blando bruciore al petto) e prescritto una scatola di Gaviscon advance, dicendomi di tornare una volta finita la scatola per decidere il da farsi e di evitare troppe fibre, pomodori, caffè e cibi acidi. Per il resto, dopo una visita obiettiva COMPLETA (tutto il corpo, con tanto di rapida visita andrologica) ha detto che era tutto a posto. Essendo io classificabile come obeso per BMI (nonostante io abbia probabilmente delle ossa molto pesanti) mi ha anche consigliato di mangiare meno e meglio, ma da quando è insorto il male sto mangiando pochissimo. La scatola finirà domenica ma io ho ancora un po' di difficoltà a deglutire e un senso di groppo alla gola che spesso si rivela una minuscola eruttazione, lieve nausea dopo mangiato e a volte anche dopo aver bevuto. In ogni caso, da quel giorno sono ossessionato dall'idea di un male grave. Mi controllo e mi palpo l'addome in continuazione e ogni volta che ci penso sento come di cadere in un vortice in cui comincio ad accusare sintomi vari e sparsi e questo benedetto groppo alla gola, come ad esempio sensazione di dover defecare ancora dopo aver defecato, sensazioni di contrazione all'addome nella parte sinistra che parrebbero sparire rilassando e lasciando andare tutta la pancia, groppo alla gola a volte mobile che non sempre è un'eruttazione all'altezza del pomo d'adamo, dolore sordo, più un formicolio che si irradiava dallo spazio tra lo scroto e la gamba sia alla gamba che al testicolo sinistro (in particolare quando mi coricavo, ora sembra essere sparito), bruciore interno alla base del pene dopo la masturbazione con conseguente minzione che sparisce poco a poco (anche mezza giornata), sensazioni di capogiro e lievi dolori in alto al petto nella parte sinistra. Sono terrorizzato e sto vivendo nel terrore di un male gravissimo. Riesco a dormire a malapena (mi è capitato di svegliarmi a l'una di notte e di metterci ore a riprendere sonno) e riesco a distrarmi a malapena da questa condizione. Il medico mi ha assicurato che non sia niente di grave, ma io ho un terrore terribile.
[#1] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Condivido il parere del tuo medico di famiglia, ovvero che non si tratti di una grave patologia; è possibile, certo, sulla base della descrizione del sintomo, che si tratti di reflusso. La terapia, pero' è insufficiente per risolvere il problema. Giuste anche le indicazioni alimentari.
Comunque sia, penso che sia necessaria una visita specialistica con rinolaringoscopia a fibre ottiche e per una conferma della diagnosi e per una piu' specifica cura.
Un cordiale saluto