Utente 642XXX
Salve,
sono in gravidanza a 31+0 e ho prenotato di fare il vaccino contro difterite-tetano-pertosse in quanto ho saputo delle nuove raccomandazioni in merito e non ho mai contratto la pertosse nemmeno una volta nella mia vita.
Vorrei effettuare anche il vaccino influenzale ma avrei alcune domande a cui finora sia il mio ginecologo che il mio medico non hanno saputo rispondere:

1) quanto tempo deve passare tra la somministrazione di un vaccino e l'altro? Il vaccino contro la pertosse lo effettuo al centro vaccinale mentre il vaccino contro l'influenza me lo darebbe il mio medico curante.
2) quali sono gli effetti della vaccinazione difterite-tetano-pertosse negli adulti? So che gli studi hanno escluso conseguenze al feto (oltretutto io non sono mai stata dichiarata gravidanza a rischio), ma da un punto di vista di effetti collaterali cosa devo aspettarmi? Per quanto tempo dopo l'inoculazione potrebbero sopraggiungere?
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
ben quattro Società Scientifiche, Società Italiana di Pediatria, la Federazione Italiana Medici Pediatri e la Federazione Italiana Medici di Medicina Generale e La Società Italiana di Igiene, sulla base di raccomandazioni derivanti da Paesi in cui la pratica vaccinale contro la pertosse è raccomandata da molti più anni che in italia, e da vari studi di Prestigiose Società Accademiche internazionali, raccomandano, a tutela del nascituro, la vaccinazione anti pertosse, anche associata alla Difto - Tetanica, alle gestanti dalla 27sima fino alla 33sima settimana di gestazione.
Gli effetti collaterali sono scarsi e possovo consistere in una lieve iperpiressia, senso di malessere e indurimento nel sito di inoculo. Il tutto si risolve in 3 - 4 gg al massimo.
Il vaccino antiinfluenzale è raccomandato in qualsiasi epoca della gravidanza: teoricamente i due vaccini possono essere somministrati contemporaneamente ma un intervallo di tempo di 15 gg tra l'uno e l'altro appare più ragionevole.
Anche per il vaccino antiinfluenzale le reazioni vaccinali sono assai lievi e di rapida risoluzione.
Cordiali saluti,
Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 642XXX

Iscritto dal 2008
Grazie!
Mi scusi, ma l'iperpiressia non può nuocere al bambino? Che devo fare se mi venisse febbre molto alta?
Fermo e considerando che all'ultima antitetanica fatta 6 anni fa e anche al vaccino contro il meningococco c effettuato due anni fa non ho avuto niente e quindi magari mi preoccupo più del dovuto, il fatto di essere in gravidanza mi mette un po'di agitazione.
Altra domanda, dopo quanto tempo iniziano a fare effetto i vaccini? Effettuare quello dell'influenza intorno a fine novembre può essere troppo tardi (considerando quindi i 15 giorni circa tra l'uno e l'altro)?
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
l'iperpiressia, intesa come temperatura ascellare <38°C non nuoce nè a lei e nè al bambino ed è controllabile con piccole dosi di paracetamolo.
Le ho anche scritto che per me i vaccini li può fare contemporaneamente: nelle regioni centro - meridionali comunque in genere l'epidemia di influenza inizia a gennaio e non prima.
Si consulti con il suo curante.
Cordialità.
Caldarola.