polso  
 
Utente 469XXX
Egregi Dottori.
Premessa. 4 anni fa mi si bloccò l'avambraccio sinistro tra un palo e la portella automatica del pullman. Ricordo di aver provato un forte dolore che, col passare delle ore, è sparito. Non ricordo né lividi né tantomeno di aver messo del ghiaccio sulla zona lesa.
Da circa un anno suono la chitarra (per 2 ore quasi ogni giorno) e ho notato che, dopo un po' che suono, provo un forte dolore che si concentra sul polso ma, piano piano, prende tutto l'avambraccio. Correllato ad esso c'è una sensazione di affaticamento della mano sinistra. Inizialmente tali episodi erano sporadici e semplicemente fastidiosi ma al momento sono frequenti e, a dir la verità, anche dolorosi. Non ho chiesto pareri a specialisti poiché dopo un giorno non sento più nulla. Diciamo che provo dolore e affaticamento se sforzo il polso suonando o facendo qualsiasi altra azione. L'evento successo quattro anni fa può essere collegato a tali dolori? Nel caso, che cosa potrebbe essere?
[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

no, non credo a un collegamento.

Da quello che descrive, potrebbe trattarsi di una infiammazione da eccessivo uso dei tendini del polso (tenosinovite), forse associata anche a un'epicondilite (gomito), ma tale ipotesi va verificata attraverso una valutazione diretta.

Buona giornata.