Utente 183XXX
Salve a tutti,vi riassumo brevemente la mia situazione.
Da anni faccio uso di LAC morbide,spesso ne ho abusato,portandole piu' del dovuto,col tempo pero' non riuscivo piu' a portarle molto e ne ho limitato l'uso ,mettendole fuori casa e togliendole in casa.
A luglio ho effettuato una visita oculistica che mi ha diagnosticato :
1)peggioramento della miopia.
a DX -3.00 +0.50 di astigmatismo
a SX -3.350 +0.25 di astigmatismo
2) intolleranza alle LAC con presenza di NEOVASCOLARIZZAZIONE CORNEALE.
3)occhio sx predisposto alla cataratta giovanile

L'oculista mi ha prescritto un collirio LUMIXA per idratare l'occhio e per il trofismo dell'epitelio.
Ho inoltre avutop problemi,al risveglio specialmente,di occhio incollato con secrezione mucosa tra il verde e il giallo oppure a volte lattiginosa, che l'oculista associava ad una probabile infezione batterica (che io ho sempre trattato con cortisone TAMESAD,per avere sollievo).
Inoltre durante il giorno accusavo spesso problemi di prurito,a volte lacrimazione,secchezza dell'occhio e appannamento visivo che scompariva con l'ammiccamenti generalmente.
Dopo il cambio occhiali ,la mia visione è migliorata,ma da qualche mese lamento problemi:
1)pur essendo passato da lenti in idrogel a lenti in silicon gel ,non sopporto molto le lenti,lamento infatti pesantezza alla palpebra superiore e sento come una ipersensibilità dell'occhio,specie ai raggi solari o al vento,spesso se non sbatto le palpebra ho un dolore lieve sulla palpebra superiore,che si accentua con la pressione.
2)visione spesso appannata ,o ad un occhio o all'altro..difficilmente ad entrambi contemporaneamente.
3)l'occhio sinistro vede male sia con LAC che con occhiali,come se fosse peggiorata la miopia (o forse l'astigmatismo?).
4)spesso accuso prurito,causato dalla presenza di filamenti mucosi provenienti dalla palpebra superiore (ho letto che forse sono filamnti di epitelio).

Informatomi online credo di essere di fronte ad un caso di dry-eye syndrome quindi occhio secco che forse spiega tutta la mia sintomatologia.
Questa patologia era stata scartata da un altro oculista che contattai 2 anni fa per lo stesso problema dei filamenti e del prurito (testualmente escluse si trattasse di sindrome di sjogren e propendeva per una congiuntivite allergica essendo io allergico e asmatico) che mi fece trattare prima con collirio con blando antistaminico e stabilizzatore lacrimale "l'artelac Reactive" e in caso di persistenza l'uso del tamesad(a cui ho ricorso alla fine per persistenza dei sitnomi che sono completamente spariti per 1 anno e mezzo circa).
al momento ho sospeso le LAC e uso solo occhiali,ho iniziato a mettere 1 goccia di TAMESAD per occhio 2 volte al giorno stamattina.
potete darmi delucidazioni in merito?
a cosa puo' essere dovuta tutta questa sintomatologia?
cosa dovrei fare?

grazie mille
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Orfeo
24% attività
8% attualità
8% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
l'uso protratto delle lenti a contatto provoca spesso intolleranza. I sintomi riferiti fanno pensare ad un Dry Eye certamente accentuato dall'uso di lentine a contatto. Lei ha anche una neovascolarizzazione corneale che è un segno preoccupante di sofferenza ischemica della cornea per un uso eccessivo di lenti a contatto. Purtroppo deve subito sospenderle e recarsi dal suo oculista. Anche l'uso del cortisonico non è corretto. Probabilmente avrà anche bisogno di un antibiotico se la secrezione è muco purulenta. Certamente un ruolo lo avrà anche la sua allergia che peggiora la possibilità di uso delle lentine. In attesa della visita del suo oculista può essere utile istillare molte volte al giorno il collirio lubrificante .
Cordiali saluti.