Utente 226XXX
Buona sera dottore/dottoressa
mio marito soffre di BCPO cronica da circa 10 anni fa un lavoro di carpenteria ed eì stato un fumatore fino ad otto anni
fa. Ogni sei mesi ha sempre effettuato i controlli per la sua malattia ed ha sempre fatto le cure appropriate. Nel Gennaio
2017 ha subito una tiroidectomia totale ed ha avuto una broncopolmonite curata con antibiotici ma eì stato dimesso che non era ancora perfettamente guarito (in ospedale ha fatto per tre volte radiografia toracica) Dopo un mese ed un'altra radiografia qualcosa non andava
quindi pneumologo ha prescritto tac + pet+biopsia+ Risultato esito istologico negativo
La dottoressa mi ha spiegato che non risulta sia tumore dalla biopsia ma che potrebbe essere un falso negativo vista l'entita'
della consolidazione parenchimale( 73 mm) in sede dorso basale paravertebrale destra priva di broncogramma aereo. Avevano pensato ad una infezione a seguito broncopolmonite mal curata ma dopo antibiotici e cortisone nulla e' cambiato. Pensavano a sarcoidosi o malattia autoimmunitaria ma
esami del sangue negativi. Hanno consigliato visita chirurgo toracica per eventualmente togliere il nodulo.
Mio marito non vuole operarsi perche' dice che si sente benissimo (sta continuando a lavorare). Mi domando una consolidazione di 7 cm circa quanto ci mette a formarsi? Ma nelle radiografie in ospedale non risultava? E' il caso di operare subito o si puo' ancora tenere sotto controllo?
Nella tac si vede molto bene questa massa tondeggiante.
grazie 1000 per la Sua risposta
[#1] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Buongiorno,

capisco la sua ansia ed apprensione, tuttavia le informazioni da lei fornite non sono sufficienti per dare un giudizio. Per esempio come era il risultato della PET? La biopsia dell'addensamento è stata fatta con esame citologico o con un esame istologico?
In linea di massima casi di questo tipo sono oltre lo scopo del servizio di consulenza di medicitalia.
Può essere senz'altro utile un secondo parere, ma deve necessariamente passare per una visita specialistica, portando in visione tutti gli esami finora eseguiti.

Cordiali saluti,
[#2] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno La ringrazio molto per la Sua risposta lo so non e' sufficiente ma il referto della pet e'troppo lungo e lo avrei inviato se fosse stato possibile in questo sito.
La ringrazio comunque
cordiali saluti