Utente 356XXX
Salve, sono un ragazzo che ha vissuto un' esperienza molto logorante, sono stato rifiutato da una ragazza a cui tenevo (e tengo) molto, perché innamoratissima di un mio amico (che non la vuole)

Sono stato due settimane senza mangiare né dormire a causa di questa situazione, lei prima era mia amica, e parlavamo da un.anno più frequentemente di due fidanzati, per questo mi.sono molto affezionato, anche se ho capito di.volerla solo un mese fa.. ora non ci sentiamo più, lei non vuole sentirmi perché non le interesso ed è ossessionata dal mio.amico, ma anche io ho deciso di allontanarmi dato che non mi vuole assolutamente (e ultimamente mi ha trattato abbastanza male)..... ora, la domanda è come faccio.a dimenticare? Come faccio.a trovare la forza di riprendere gli studi? C'è un modo per facilitare il superamento di questa esperienza logorante? Mi.torna sempre in mente, e sto malissimo, esiste una strategia mentale per dimenticare questa storia più facilmente e velocemente? Non ho piu speranze con lei, ho provato di tutto fino a dovermi dichiarare, non mi resta che dimenticare.....

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Carla Maria Brunialti
40% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

Può darsi che non Le "resti che dimenticare"..


Ma..
Come ha curato i disturbi di cui ci ha reso partecipi nei precedenti consulti?
Come si sono risolti/o meno?

Sta ancora assumendo i farmaci?
Ha intrapreso una psicoterapia?
[#2] dopo  
Utente 356XXX

Iscritto dal 2014
Prendo brintellix 20 mg e zoloft 50 mg (aggiunto per questa situazione, con scarsi risultati..) e seguo una psicoterapia da 3 settimane (il mio psicoterapeuta sa tutto e ho un ottimo rapporto con lui, ma vedendoci una volta a settimana ora sono solo e sto davvero male..)

Ps: ho editato il post perché non mi sono "arreso" così facilmente come può sembrare, continuare a lavorare per farmi notare da lei (ossessionata dal mio amico) è molto logorante e sento che perdo solo tempo.. in realtà se la dimenticassi almeno dal punto di vista affettivo sarebbe, paradossalmente, più facile suscitarle un qualche interesse
[#3] dopo  
Dr. Carla Maria Brunialti
40% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
E' positivo che Lei si sia affidato ad uno psicoterapeuta.

Lavori assieme a lui per individuare delle strategie di fronteggiamento,
che Le permettano di passare da una seduta all'altra facendo affidamento sulle proprie risorse.

Utilizzare anche il canale online potrebbe causarLe più confusione che altro.

Saluti cordiali.
[#4] dopo  
Utente 356XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio, concludo chiedendole se è possibile un parere, secondo lei, a 25 anni può essere troppo tardi per cambiare? Cioè mi.sono.sempre sentito inadeguato con l' altro sesso e solo ora sto scoprendo.che è dovuto ad una carenza affettiva da piccolo.. secondo lei può una persona di 25 anni, senza alcuna esperienza in ambito sentimentale, uscire da una situazione del genere?
[#5] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
“seguo una psicoterapia da 3 settimane (il mio psicoterapeuta sa tutto e ho un ottimo rapporto con lui, ma vedendoci una volta a settimana ora sono solo e sto davvero male..) ”

Buongiorno,
Tre sedute sono ancora diagnostiche, dovrà darsi e darvi tempo per mettevi davvero a lavoro per risolvere le sue problematiche, anche le difficoltà con il femminile.

Le carenze affettive, e la fame d’amore si curano, come potrà leggere in queste letture che le sto allegando.
Se desidera, nel mio sito personale, troverà tanto altero sull’argomento.

https://www.valeriarandone.it/psicologia/dipendenza-affettiva/
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/4078/L-amore-affamato-la-dipendenza-d-amore
http://www.medicitalia.it/blog/psicologia/6605-fame-amore-ansia-depressione-correlate.html

Auguri per tutto.
[#6] dopo  
Dr. Carla Maria Brunialti
40% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

rispetto alla Sua domanda
"..a 25 anni può essere troppo tardi per cambiare? "
la risposta è che
certamente è possibile.
La psicoterapia stessa è una esperienza di cambiamento.
E dunque alimenti la fiducia verso chi La segue e verso questa stessa esperienza.

Saluti cordiali.
[#7] dopo  
Utente 356XXX

Iscritto dal 2014
Dr.ssa Valeria Randone mi ritrovo esattamente in ciò che è descritto nei suoi articoli, ci ha azzeccato in tutto, sul fatto che essendo fratello maggiore invidiavo spesso mio fratello per le attenzioni che riceveva, e io ero quello responsabile, che doveva essere bravo a scuola ed essere l' orgoglio della famiglia.. e poi soprattutto sul fatto che vivo in maniera ansiosa e stressante ogni amore perché mi sento come inferiore, dipendente...appunto

Spero di riuscire un giorno a non sentirmi così insicuro e dipendente dall' altro, a non avere più quel senso di disperazione ed estrema paura interiore di restare solo.. io, di mio, ci metto il massimo impegno per riuscirci, finché avrò speranza farò tutto il possibile

Comunque la ringrazio soprattutto per i suoi articoli

Dr.ssa Carla Maria Brunialti ringrazio anche lei, è proprio ciò che voglio fare
[#8] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Lieta di averla indirizzata.

Auguri di cuore per tutto.
[#9] dopo  
Dr. Carla Maria Brunialti
40% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Bene!

Saluti cordiali.
[#10] dopo  
Utente 356XXX

Iscritto dal 2014
Quel mio amico e quella ragazza si stanno fidanzando.. non riesco più a sopportare questa sofferenza, è l' ennesima volta che finisce così..non so più che fare, davvero..
[#11] dopo  
Dr. Carla Maria Brunialti
40% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

non rimane - purtroppo - che lavorare sull'elaborazione del lutto, la morte di una sogno..
Ma questo fu già detto in #1.

Saluti cari.
[#12] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Caro ragazzo,
le abbiamo già risposto ed on-line, purtroppo, non si può fare altro per lei.

Cerchi di adoperare questa crisi e di trasformarla in risorsa.

Può farlo però, soltanto con l’aiuto di un professionista.

Potra infatti, lavorare su se stesso e superare questo momento al fine di riprendere la sua vita in mano