Utente 926XXX
Buongiorno io sono una Ragazza di 20 anni che da quando avevo 13 anni ho iniziato ad avvertire segni di stanchezza, apatia mal di testa e febbricola facendo poi alcuni esami del sangue era risultato leggermente alterato il valore dell'ipotiroidismo ma dopo alcuni mesi ho ripetuto gli esami e si era normalizzato ma gli altri sintomi perduravano. Non ho preso nessun medicinale, ma dopo alcuni anni sono subentrati altri problemi legati all'apparato gastrointestinale nello specifico una forte stipsi che si è cronicizzata meteorismo mlto forte tutti i giorni coliche forti dolori addominale ho fatto la colonscopia ed è risultata una flogosi marcata cronica in tutti l'intestino e proctite retto-anale aspecifica con piccole ulcerette in questo tratto retto-anale;ho fatto anche l'esame videocapsula per il transito intestinale ed è risultato nella norma, rx addome senza mezzo di contrasto ma con marcher e ne sono risultati 3su 20 a livello del fianco sx. manometria ano-rettale dalla quale è risultata un'assenza di stimolo alla defecazione.sono piu di 4 anni che sto male e non si riesce a capirne le cause; ho ripetuto gli esami del sangue e da conseguenti indagini si è scoperto che avevo i linfinodi tireoidei ingrossati e avevo fatto una tireoidite di hashimoto e che in passato non si sa quando avevo contratto anche il citomegalovirus e la mononucleosi. la febbricola, l'apatia e la stanchezza a volte dei mal di testa li ho ancora così come i problemi intestinali molto forti e dagli ultimi esami del sangue fatti che risalgono a pochi mesi fa risultano i seguenti valori: ANTITIREOGLOBULINA =336 S-ANTICORPI ANTIPEROSSIDASI= 715 S-VIRUS EPSTEIN-BARR IgM = 38.90 S-VIRUS EPSTEIN-BARR IgG =206.00 EBNA IGG =589 S-CITOMEGALOVIRUS IgM =8.00 S-CITOMEGALOVIRUS IgG =8.40 POSITIVO
Le volevo chiedere come posso interpretare i seguenti valori? e inoltre anche se il virus del citomegalovirus risulta asintomatico nella maggior parte dei casi a me non potrebbe esserci l'eventualità che una volta contratto mi abbia causato questi miei problemi anche intestinali? o se comunque ci potrebbe essere un legame tra i due fattori? o qualche altra malattia virale? che esami potrei fare per scoprirlo?
La ringrazio Distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
1) la presenza di anticorpi antitiroide conferma che c'e' stata una tiroidite autoimmune, malattia molto comune tipicamente femminile. Se come conseguenza la tiroide adesso lavora poco, occorre dare l' Eutirox per supplire alle sue carenze.

2) il citomegalovirus puo' dare quadri acuti tipo mononucleosi, gonfiore delle ghiandole e malformazioni al feto nella gravida. Al di fuori di qs. situazioni comuni e' poco importante.

3) dagli esami risulta anche la mononucleosi da virus di epstein barr, non so dire se recente o passata. Puo' guardare per favore quali sono i valori di riferimento per le IgM anti epstein barr? grazie

4) il problema principale e' la stipsi intrattabile che e' stata abbondantemente esplorata con fior di analisi.
Esistono infezioni (specie parassitarie) e infiammazioni che distruggono i plessi nervosi dell'intestino, il quale poi non si contrae piu' validamente, e non c'e' lassativo che tenga perche' il problema e' anatomico e non funzionale. Si puo' fare una biopsia e vedere se i gangli scarseggiano congenitamente o se mostrano segni di degenerazione. Ma comunque in letteratura non risulta che si sia potuta dare la colpa di qs. degenerazioni al citomegalovirus o all'epstein barr.








[#2] dopo  
Utente 926XXX

Iscritto dal 2008
buongiorno

1) l'eutirox l'ho preso per 6 mesi poi i valori della tiroide si sono normalizzati e mi è stata sospesa la terapia

3) i valori dell eIgM anti epstein barr non ci sono sul referto :-(
in che senso posso procedere per richiedere la biopsia del gangli?
e quali sono in questo caso se risultasse positiva le terapie?
grazie cordiali saluti
[#3] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
L'eventuale biopsia intestinale viene decisa dal gastroenterologo. Se alla base della stipsi c'e' una problema anatomico, in pratica non esiste cura. L'unica alla fine e' la prevenzione dei fecalomi, anche mediante svuotamento manuale dell'ampolla.





[#4] dopo  
Utente 926XXX

Iscritto dal 2008
la mia gastroenterologa mi ha mandato a fare un altra visita da un'altra gastoenterologa per poter iniziare i biofeedback
ma quest'ultima non ha tenuto conto di nulla e mi ha detto invece di fare una tac con mezzo di contrasto x vedere se c'era l'endometriosi ( maio dolore pelvico perdite fuori ciclo non ne ho) ed escludere il morbo di chron
non capisco davvero il motivo di questa tac è necessaria?
io ero andata per fare i biofeedback con la proctite però si possono fare?
che strada posso intraprendere?
[#5] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Il discorso si sta allargando molto al di la' del quesito iniziale e io non ho esperienze concrete da condividere su questi nuovi argomenti.

Il morbo di Crohn da' diarrea piu' che stipsi, l'endometriosi ricordo di averla studiata sui libri, di biofeedback nulla so. Mi spiace, deve chiedere a dei gastroenterologi.


[#6] dopo  
Utente 926XXX

Iscritto dal 2008
una domanda : cosa significa problema di stipsi di tipo anatomico?
si riferisce alla possibilità di un tratto agangliare? magari ke interessa solo un picoclo tratto di colon o di retto compatibile con (Morbo di hirsprung)?

o possono esserci altre patologie?
[#7] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Si' esatto, vedo che ha studiato, io non me lo ricordavo neanche piu' :-)

Problema di "tipo anatomico" significa che se mancano, o sono state distrutte, quelle strutture anatomiche che assicurano una data funzione, non c'e' medicina che potra' restituire la funzione.