ernia  
 
Utente 396XXX
Gentili dottori, quindici giorni fa ho subito un intervento in anestesia locale di ernia inguinale sx (sul referto leggo "ernioalloplastica inguinale sx sec. Lichtenstein").
La ferita in sé non mi ha mai dato gran fastidio e, a maggior ragione dopo aver tolto gli undici punti sette giorni fa, appare in forte ricomposizione.
Il vero grosso problema è un altro. Cinque-sei giorni dopo l'intervento ho cominciato ad accusare camminando un dolore pungente in una piccola area sotto la ferita (non quindi nella ferita) e nella striscia tra il testicolo sx e l'interno coscia. E' un dolore pungente, come di una o più spine di robinia sottopelle. Sottolineo che tale disturbo appare solo quando cammino ma mi rende appunto la camminata abbastanza dolorosa. Steso o seduto il dolore scompare e sto bene. All'esame oculare la zona dolorante non appare arrossata o irritata, vi è solo una modestissima gonfiatura appunto subito sotto la ferita.
Sono passati quindici e più giorni e il fastidio non demorde, si attenua se assumo qualche Fans tipo Aulin (ma lo assumo solo quando non posso fare a meno di dover camminare molto).
Vi chiedo gentilmente un parere circa le possibili cause di questo disturbo. Non so al momento come comportarmi benché la cosa mi impedisca di molto una normale mobilità e attività.
Grazie. Cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Puo' succedere. Di solito entro un mese passa, nel frattempo si puo' assumere una terapia. Qualora non passasse è opportuno un controllo. Prego.
[#2] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Grazie dottore per la cortese e sollecita risposta. Vorrei chiederle quale può essere la causa e se per terapia intende l'assunzione di Fans o qualcosa di più particolare.
[#3] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
In genere una neuralgia.Si, antinfiammatori vanno bene,
[#4] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Gentile Dr. Favara,
come lei aveva previsto i disturbi e dolori di cui sopra, successivi all'intervento di ernia inguinale sono gradualmente scomparsi nei trenta giorni successivi e la ferita in quanto tale non mi dà più disturbi.
Ciò che è emerso lentamente, o che era presente ma non rilevavo, è invece quanto segue. Mi capita nell'arco del giorno, ma è meglio dire nell'arco tra il pomeriggio e la sera, di avere chiare sensazioni di freddo (non so se si possa chiamarle ipotermia) non associate a febbre. E' un freddo percepito non per tutto il corpo ma solo in certe aree: fianchi, fondo schiena, arti inferiori. Non so come dire, è come se fosse un freddo "tutto interno". Dura una mezz'ora e poi scompare.
Volevo chiederle se può essere un postumo dell'operazione chirurgica. Aggiungo, per sola completezza, che l'intervento è stato in anestesia locale durante il quale ho "patito" un freddo estremo!
La ringrazio per l'attenzione.
Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Non saprei che collegamento ipotizzare. Prego.
[#6] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Grazie comunque dottore. Certo che come pazienti ipocondriaci siamo capaci di porre qualsiasi problema. Anche quelli aldilà dell'immaginazione! Cordiali saluti.