Utente 941XXX
Buongiorno, sono un ragazzo di 24 anni e da circa 10 giorni ho notato di avere una tumefazione all'inguine sx, mobile, non dolente ma lievemente dolorabile, di dimensioni probabilmente inferiori al cm ma non perfettamente misurabile. Apparentemente non ho particolari infiammazioni nè all'arto inferiore nè alla zona glutea-inguinale, non rilevo particolari variazioni nella conformazione dei testicoli, nè ho avuto condotte a rischio. Aumentando la pressione addominale la tumefazione rimane stabile, il che mi fa pensare che probabilmente l'ipotesi ernia sia da escludere..ipotizzando che sia un linfonodo vi chiedo gentilmente se sia il caso di farsi vedere da un chirurgo o al limite quanti giorni aspettare ancora. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Gentile signore,
innanzitutto mi complimento per la sua padronanza di linguaggio scientifico e per la ricchezza descrittiva. Quello che descrive sembra essere proprio un linfonodo aumentato di volume, tuttavia, per averne la certezza sarebbe necessaria la visita di un medico, non necessariamente chirurgo. La invito quindi a recarsi dal suo medico curante per un consulto.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Concordo chon il collega Nardacchione che probabilmente possa trattarsi di un linfonodo reattivo (=reagisce ingrossandosi) e che le caratteristiche che descrive non siano preoocupanti in senso oncologico.
Sulla origine della "reazione" è impossibile aggiungere ulteriori contributi tramite Internet.

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=40590

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/lifonodisentinella.htm

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 941XXX

Iscritto dal 2008
Grazie a entrambi per la risposta! Farò riferimento al medico di base allora..ringrazio anche il dr. Nardacchione per i complimenti, e confesso che il lessico scientifico deriva dai miei impegni universitari..grazie ancora per la tempestività di risposta.