Utente 213XXX
Buonasera,
Sono molto preoccupata perché oggi mi sono procurata un piccolissimo taglietto su un dito (2-3 mm di lunghezza) ma profondo quel tanto da farlo sanguinare per buoni 5-10 minuti... non ho sentito bruciore o dolore, e non lo sento nemmeno adesso.. è uscito un po’ di sangue, tanto da fare varie macchie su un fazzoletto di carta. Mi sono procurata questo taglio cercando di pulire un vetro che ha al suo interno una rete di metallo, i cui spuntoni escono dal vetro. Questi spuntoni sono arrugginiti e comunque sporchi, perché tale vetro era una decorazione di una porta degli anni ‘70, ed erano chiusi in un pannelllo di legno. Insomma, un qualcosa di vecchio e sicuramente sporco, ma non esposto all’aria e alle intemperie.
Dovrei farmi l’antitetanica?
La ferita subito è rimasta macchiata del nero del ferro, poi io l’ho pulita facendo uscire sangue, cerando di pulirla aprendo il lembo e facendogli cadere una bottiglietta d’acqua sopra... poi ho messo del bialcol, facendolo gocciolare abbondantemente sopra. Poi coperta con un fazzoletto tenuto premuto, perché gocciolava un po’ di sangue ed infine cerotto. Sono davvero preoccupata sulla necessità di fare l’antitetanica.
Poiché questi spuntoni sporchi e un po’ arrugginiti erano dentro il pannello di una porta e non all’aria aperta... rischio se non la faccio?
E se la faccio ci sono effetti collaterali?
Comunque da quel che ho capito, non è solo il ferro arrugginito a dover destare preoccupazione, perché la spora del tetano è un po’ ovunque, allora ogni taglio fuori, anche una escoriazione durante una passeggiata in montagna dovrebbe preoccupare, giusto?
Vi prego di darmi un aiuto perché sono davvero molto preoccupata.
Grazie mille.
[#1] dopo  
Dr. Michele Piccolo
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORRE ANNUNZIATA (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
gentile utente, alla sua domanda "anche una escoriazione durante una passeggiata in montagna dovrebbe preoccupare?" le rispondo di si. E' il motivo per cui la vaccinazione è fortemente consigliata(attualmente obbligatoria) per tutti fin dalla nascita e con richiami decennali per tutta la vita. I rischi della vaccinazione sono pressocchè nulli e del tutto irrilevanti rispetto alla malattia del tetano. Purtroppo consigli specifici sulla profilassi attiva li può dare solo chi medica la ferita, ad ogni modo la prima cosa da fare è verificare la sua storia vaccinale. cordialità