Login | Registrati | Recupera password
0/0

Litio basso

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2008

    Litio basso

    salve ho 25 anni e soffro dall'età di 19 anni di disturbo bipolare,
    il problema è ke quando ho fatto l'esame del lito lo avevo a 0,03 dopo ho fatto la cura con in Lithio Cabonato (o qualosa di simile) ma il livello massimo ke raggiungevo era 0,20.
    la mia psichata ha detto ke visto ke nn siamo riusciti ad alzare il valore devo essere bravo io a gestire li attacchi...
    sinceramente io voglio andare a fondo a questa cosa e capire il xke nn riesco ad alzare il lito a chi mi posso rivolgere?? forse qualke nutrizionista o va bene il medico generico?? consigliatemi voi xke sinceramente ho 25 anni ed ho tanta voglia di fare e nn vorrei fermari per questa malattia.
    ringrazio




  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 460 Medico specialista in: Psichiatria
    Farmacologia

    Risponde dal
    2007
    Gentile utente,la farmacocinetica del litio risente di molte variabili(funzionalità renale,assunzione di altri farmaci,ecc)inoltre come per tutti i farmaci esiste una variabilità individuale della litiemia dopo somministrazione di un dosaggio standard;pertanto una volta eseguiti gli esami necessari prima di intraprendere la terapia con litio(test funzionalità renale,ecg,ormoni tiroidei)ed esclusa la contemporanea somministrazione di altri farmaci che posso interagire con il litio con pazienza e gradualmente troverà il suo dosaggio (tenga presente che effetti terapeutici con il litio si possono avere anche con concentrazioni molto basse anxche al di sotto dello 0,5


    Tommaso Vannucchi

  3. #3
    Indice di partecipazione al sito: 1720 Medico specialista in: Psichiatria
    Psicoterapia

    Perfezionato in:
    Medicina delle dipendenze

    Risponde dal
    2006
    Gentile utente,

    Con quale dosaggio per bocca il litio raggiunge 0,20 nel sangue ?



    Dr.Matteo Pacini
    http://www.psichiatriaedipendenze.it

  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 696 Medico specialista in: Psichiatria
    Psicoterapia

    Perfezionato in:
    Psicoterapia

    Risponde dal
    2007
    Gentile utente,
    probabilmente la litiemia è così bassa perchè il dosaggio del litio che lei assume è troppo basso. Fermo restando le variabili individuali è quello il principale fattore che influenza la litiemia. Non capisco che cosa voglia dire la sua psichiatra con gestire da soli le crisi. Se lei soffre di disturbo bipolare non può gestire proprio nulla da solo, ma solo con una adeguata terapia farmacologica ed eventualmente un supporto psicoterapico.
    cordiali saluti


    Dott. Vassilis Martiadis
    Psichiatra e Psicoterapeuta
    www.psichiatranapoli.it

  5. #5
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2008
    il problema è a ki posso rivolgermi?? se dovessi rivolgermi ad uno di voi mi dovrei spostare sempre visto ke sono pugliese??
    come si puo fare?



  6. #6
    Indice di partecipazione al sito: 696 Medico specialista in: Psichiatria
    Psicoterapia

    Perfezionato in:
    Psicoterapia

    Risponde dal
    2007
    Gentile utente,
    è necessario che lei si affidi ad uno specialista. La scelta spetta a lei, ma eviti colleghi che affermano che il disturbo bipolare va gestito con l bravura del paziente.
    cordiali saluti


    Dott. Vassilis Martiadis
    Psichiatra e Psicoterapeuta
    www.psichiatranapoli.it

  7. #7
    Indice di partecipazione al sito: 1945 Medico specialista in: Psichiatria
    Psicoterapia

    Perfezionato in:
    Psicologia

    Risponde dal
    2003
    Gentile utente,

    pero' fino ad ora non ha risposto sui dosaggi di litio che le sono stati somministrati fino ad ora e che hanno raggiunto un livello ematico di 0,20.

    Se il suo dosaggio fosse troppo basso e non le aumentano il trattamento non potra' raggiungere il dosaggio previsto per la stabilizzazione.



    Dr. Francesco Saverio Ruggiero
    http://www.francescoruggiero.it
    http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

  8. #8
    Indice di partecipazione al sito: 1720 Medico specialista in: Psichiatria
    Psicoterapia

    Perfezionato in:
    Medicina delle dipendenze

    Risponde dal
    2006
    Gentile utente,

    se vuole un parere risponda alle domande altrimenti rimaniamo bloccati. 0,20 corrisponde ad una dose di carbolithium per bocca di quanto al giorno ?
    Non avevo letto il discorso del "gestire da sé" il disturbo bipolare...Se qualcuno le ha fatto questa affermazione, vuol dire non ha la minima idea di che cosa è il disturbo bipolare. Se è nella posizione di un medico, è pericoloso perché la induce a non prendere le misure adeguate per proteggersi dal decorso di questa malattia.
    Per inciso, il litio non l'unico farmaco per il disturbo bipolare, ma il meglio conosciuto e anche uno dei più efficaci.


    Dr.Matteo Pacini
    http://www.psichiatriaedipendenze.it

  9. #9
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2008
    allora ricominciamo da capo.. sono forse due anni ke ho smesso la cura.
    all'epoca quando il lito era 0.20 o oppure 20 dipende se il minino è 0,60 o 60 .
    in quel periodo prendevo le compresse di carbolithio da 0.5 una volta al giorno... dopo di che anche xke la cura mi sa ke era durata un anno ho iniziato ad avere piccole infezioni urinarie e bilirubina nell'urina... è questo è stato un motivo in piu per cui è stato sospesa la terapia.
    ora pero vorrei fare delle analisi per vedere un po la situazione e magari riprendere una cura visto ke ci sono ancora dei giorni NO



  10. #10
    Indice di partecipazione al sito: 1720 Medico specialista in: Psichiatria
    Psicoterapia

    Perfezionato in:
    Medicina delle dipendenze

    Risponde dal
    2006
    Non esistono le compresse di carbolithium da 0.5. Ci sono da 150 e 300. Con una compressa (mettiamo da 300) non vedo cosa ci sia di strano che il litio sia a 0.2.
    Potrebbe essere il caso di riprendere la cura perché lei ha un disturbo non trattato, alcuni giorni -detto così- non sono esperienza abnorme.
    Non c'entra niente il nutrizionista, gli alimenti non sono una fonte di litio a dosi terapeutiche, si rischierebbe di morire.


    Dr.Matteo Pacini
    http://www.psichiatriaedipendenze.it

Discussioni Simili

  1. Ansia generalizzata
    in Psichiatria
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 30/12/2008, 14:13
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 02/01/2009, 20:30
  3. Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 24/11/2008, 16:27
  4. Ansia da laurea
    in Psichiatria
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 20/01/2009, 11:18
  5. Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 14/11/2008, 15:04
ultima modifica:  26/10/2014 - 0,14        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896
 
@media only screen and (max-width: 767px) { #banner { display:none;} }