Utente 351XXX
Buongiorno, ha mio figlio dopo la nascita per puro caso e stata diagnostica un idronefrosi al rene sx di II grado, nel corso degli anni abbiamo sempre tenuto sotto controllo la situazione facendo ecografia e scintigrafia renale con liquido di contrasto, adesso il bambino a 6 anni e dagli ultimi controlli è emerso che ha un idronefrosi severa con iniziale sofferenza del parechima corticale, compatile con patologia del giunto a verosimile patogenesi "ostruttiva", non sensibile allo stimolo diuretico. Fino ad oggi mio figlio non a mai sofferto di niente e non ha mai avuto infezioni, adesso mi consigliano di fare l'intervento e mi hanno detto che purtroppo potrebbe ritornare, l'intervento proposto e quello tradizionale e non laparoscopico quindi volevo saper visto che il bambino è piccolo e l'intervento tradizionale è più invasivo e doloroso mi consigliate magari di andare il qualche altra struttura che lo esegue il laparoscopia oppure restare in questa struttare e fargli fare questo tipo di intervento. Scusate la mia confusione ma capite che non vorrei fare soffrire di più mi figlio. Noi abitiamo in provincia di Catania. Grazie anticipatamente

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Decenzio Bonucchi
24% attività
20% attualità
12% socialità
CARPI (MO)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2006
Problema complesso, di competenza più urologica. In ogni caso, l'intervento ha significato se il rene è vitale (ma non risponde allo stimolo diuretico). ha ripetuio la scintigrafia MAG3 di recente ?. Ha un reflusso ? (cistografia minzionale). Un secondo parere in un centro dove si lavora in video laparo scopia può essere utile e non è detto che l'intervento sia obbligatorio. Cerchi il nome del prof. Rigamonti, probabilmente a Padova o a Brescia - Urologo pediatra.
[#2] dopo  
Utente 351XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera Dottore, la ringrazio per la risposta, per quanto riguarda la scintigrafia l'ultima l'ha fatta a fine novembre dove si vede che il rene funziona ma non riesce a scaricare con lo stimolo diuretico infatti la conclusione del referto dice: " L'esame depone per funzione renale totale nei limiti della norma. Severe idronefrosi sinistra con iniziale sofferenza del parenchima corticale, compatibile con patologia del giunto a verosimile patogenesi "ostruttiva" , non sensibile allo stimolo diuretico".
Questo è il referto consideri che la percentuale alla funzione globale (SPLIT) é rene sn 51% é rene dx 49%, per quanto riguarda il reflusso non abbiamo mai fatto una visto grafia e nessuno ci ha detto di farla. L'ecografia fatta a settembre dice: rene sn; Diametro antero-posteriore di cm - Diametro longitudinale di cm 11,2 (90 gradi in rapporto all'età del paziente).
Idronefrosi di grado III per dilatazione della pelvi (mm 28) e di tutti i calici ( mm 12 mediamente) con spessore della parenchima nella norma, sia ai poli che in sede mesorenale.
Caro Dottore, ha noi hanno detto che l'intervento è inevitabile vista la situazione in questo momento anche perché dagli ultimi controlli e notevolmente peggiorato, noi siamo sempre più confusi perché ci hanno spiegato l'intervento è il post e siamo preoccupati per il bambino stiamo valutando di andare in una struttura dove lo fanno in laparoscopia lei quale può consigliarci e che cosa ne pensa di quanto le ho scritto. La ringrazio anticipatamente per la sua gentilezza e professionalità.
[#3] dopo  
Dr. Decenzio Bonucchi
24% attività
20% attualità
12% socialità
CARPI (MO)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2006
Con i dati che mi ha fornito anche a me pare giustificato l'intervento. Cerchi il prof. Rigamonti.
[#4] dopo  
Utente 351XXX

Iscritto dal 2014
Buongiorno Dottore, grazie per le sue risposte, volevo chiederle un'altra cosa, secondo lei è il caso che faccia anche una cistografia per vedere se c'è un eventuale reflusso? Consideri che fino ad oggi non ha avuto mai nessun tipo di infezione urinaria. La ringrazio anticipatamente.