Utente 468XXX
Buongiorno cari medici.... Io sono molto amareggiata. Ho 24 anni e sto con mio marito (30 anni) da ormai 8 anni.. Abbiamo un bimbo di 2 anni e sono in attesa del secondo.. Già varie volte ho scoperto che lui quando si chiude in bagno dopo il lavoro (a volte anche 2 ore) guarda video porno... Dopo i vari "non riaccadrà" e "scusami" io mi sono rassegnata a non controllare più il suo telefono per non rimanere ferita... (un passo indietro.. So che per molti uomini è normale guardare porno, ma io ho uno shock infantile... Mio padre, assente ormai da 10 anni, oltre a maltrattare me mia sorella e mia madre, guardava porno e tradiva mia madre con altre donne .. E io associo questa cosa a uomini cattivi.... Non so spiegarmi.. Mi sembra di avere davanti lui quando mio marito fa queste cose.. E mi sento pugnalata.. A mio marito ho detto queste cose e lui mi ha detto che si sentiva uno schifo e che non lo avrebbe più fatto, FALSO) Fattostà che ieri lascia il telefono a casa e esce.. Io non resisto.. E vedo che ha imparato bene a usare la modalità incognito (visto che non c'è nulla) ma mi accorgo di un app popolare in cui ci sono video live di persone da tutto il mondo,e nelle ore notturne questi live sono prettamente pornografici. Lui di notte dice di avere mal di stomaco e spesso passa molto tempo al bagno.. Infatti l ultimo accesso è di notte alle 4. Ora secondo voi, sono io troppo "bruciata" dalla questione, o è grave? Io l ho sempre accontentato in tutte le sue richieste sessuali, apparte ora che forse per la gravidanza, ho 0 voglia e molta secchezza. Ma è giusto che per questo lui so consoli così!? Quelle sono donne vere in tempo reale, e che ne so se si scrivono e cosa si scrivono? Io mi sento tradita..... E non gli ho ancora detto niente.. Cosa devo fare? Aiutatemi

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Carla Maria Brunialti
40% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012

Gentile utente,

dispiace che il tempo della gravidanza,
che già di per sè può indurre una certa fragilità emotiva,
sia appesantito da questo problema.
Ma accade..

Va aggiunto che tale comportamento di Suo marito
va a stimolare un Suo punto sensibile,
una Sua ferita/cicatrice risalente al padre.

Credo che, senza stare ulteriormente
a indagare
a interrogarsi "se è giusto che per questo lui si consoli così!?"
ritengo sia opportuno che Lei chieda aiuto ad una Psicologa in carne ed ossa
che possa aiutarLa
a capire,
a interrogare il passato,
ad agire,
eventualmente ad invitare Suo marito in seduta.

Ritiene di poterlo fare?

Allego una lettura sul conciliare l'aspetto di mamma e quello di amante inteso come "donna che ama"
http://www.medicitalia.it/blog/psicologia/3332-mamma-amante.html

Saluti cordiali.







[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Cara Ragazza,
Così giovane e già così ferita.

Parli chiaramente con suo marito, senza spionaggio informatico che fa più male a lei che a lui, e gli dica cosa prova.

Le allego tutto che c’è da sapere sul tradimento: prevenzione e cure postume, perché anche virtuale trattasi di un tradimento, soprattutto del vostro progetto familiare.



https://www.valeriarandone.it/tradimento-prevenzione-cure/

Si facciabaiutare da un nostro collega per analizzare inoltre cosa manca nella vostra Coppia, se state vivendo un momento di fragilità e perché, come rimediare, e come porre le basi affinché possa non succedere più.

Auguri per la sua gravidanza
[#3] dopo  
Utente 468XXX

Iscritto dal 2017
Grazie per le risposte dottoresse.. Penso che non usufruiro di un consulto specialistico perché quando ho provato a proporlo sono sempre stata respinta... "non ci serve" "lo faccio solo per distrarmi" (soffre di reflusso, ernia iatale, e per questo disturbi lui soffrì anche di attacchi di panico, e quella volta mi disse che per distrarsi guardava porno) "non spendo soldi, tanto anche se non abbiamo i problemi, li trovano loro".. Quindi già so che sarà difficile, impossibile. Io vorrei solo sapere come riuscire a superare, riuscire a fregarmene... Se penso a lui come amante io mi sento sporca.. A volte ho pianto durante i rapporti perché sapevo di doverlo fare sennò lui avrebbe continuato a fare certe cose, ma allo stesso tempo provavo ripudio.. Io lo amo così tanto..... Vorrei fosse diverso
[#4] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
“Io vorrei solo sapere come riuscire a superare, riuscire a fregarmene..”

Trova tutto nella lettura.
Comunque, con un consulto de visu, anche se non vuole andare.
[#5] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci
52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile signora,

secondo me quello dei video porno e delle chat è l'ultimo dei problemi, o meglio si tratta solo di un aspetto fastidioso che cela molte difficoltà sia personali sia di coppia.

Chiaramente è Lei che sta scrivendo e quindi lascio da parte Suo marito, i suoi problemi di salute, gli attacchi d'ansia e le giustificazioni che usa per poter accedere al porno, per non chiedere aiuto ad uno psicologo psicoterapeuta, ecc...

Ma Lei, che pur si trova in un momento di vulnerabilità, afferma due condizioni assolutamente dissonanti tra loro: " Io lo amo così tanto..... Vorrei fosse diverso"

Come può amare un uomo per ciò che è e desiderare al tempo stesso che sia diverso da come è?

Ma, soprattutto, come pensa che acconsentendo a qualunque richiesta sessuale di Suo marito (fino al punto di piangere durante il rapporto), lui smetterà di guardare le chat?

Queste sono dinamiche di coppia molto compromesse e bisogna seriamente lavorare per poter modificare tutto ciò.
Ma non perchè lui guarda le chat, ma perchè Lei sembra manipolata in questa relazione e pare subire anche ciò che non vorrebbe per tentare di tenersi vicino un uomo.
Non occorre dire che questo non è sano.

Invece, io credo che prima di un trattamento della coppia, Lei dovrebbe singolarmente rivolgersi ad uno psicologo psicoterapeuta, in modo tale da farsi aiutare.

Avete deciso insieme di avere due bambini anche se Lei è molto giovane?
[#6] dopo  
Dr. Carla Maria Brunialti
40% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

quando dicevo "ritengo sia opportuno che "Lei" chieda aiuto ad una Psicologa in carne ed ossa
che possa aiutarLa .."
mi riferivo ad un percorso INDIVIDUALE.
Perchè è Lei
a soffrire,
ad essere ostaggio di una relazione piena di difficoltà,
a interrogarsi, quando invece dovrebbe essere lui.

Può recarsi al Consultorio da sola e in modo riservato,
pagando un piccolo ticket.
Gi psicologi non sono quelli che "creano" i problemi,
-i problemi già esistono quando le persone giungono-
sono bensì coloro che aiutano le persone a vivere meglio.

Saluti cordiali.

[#7] dopo  
Utente 468XXX

Iscritto dal 2017
Rinnovo i ringraziamenti per i numerosi pareri. Vorrei rispondere in particolare alla dottoressa Pileci: salve gentilissima, io non mi ritengo "manipolata", più che altro vorrei che fosse felice ed appagato anche solo con me e non con altri stimoli.. Mio marito apparte questo lato é una persona amorevole e un padre meraviglioso.. Abbiamo deciso insieme di volere il primo bambino e abbiamo lasciato che il secondo venisse da solo (a sorpresa si, ma sapevamo potesse accadere, tant'è che lui, quando lo abbiamo scoperto, mi disse che ero liberissima di scegliere se tenerlo o no dato che abbiamo già un altro piccolino impegnativo) quindi io dico di amarlo perché lui ha solo questa "nota negativa" per il resto mi ricopre di attenzioni e cure e mi ricorda spesso di quanto mi ama e che come noi non ne esistono, che nessuno potrà mai provare quello che proviamo noi reciprocamente. Si può odiare una rosa solo per le sue spine?
[#8] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci
52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile signora,

l'aiuto specialistico di cui ha bisogno Lei non riguarda a mio avviso il problema del porno o della chat, quanto il fatto che Lei abbia scritto "A volte ho pianto durante i rapporti perché sapevo di doverlo fare sennò lui avrebbe continuato a fare certe cose, ma allo stesso tempo provavo ripudio.. "

Se non si sente libera di poter rifiutare un approccio nella convinzione di dover così far cessare un comportamento sgradito di Suo marito.... io non so come Lei definisce questo comportamento...

Certamente, non è un sistema che funziona.

Tutto qui.

Ma affermare che guardare il porno serve per togliere l'ansia e distrarsi dai problemi di salute, se non è un tentativo di manipolazione, io non so quale altro termine scegliere.

Spero comunque che seguirà il suggerimento di parlarne direttamente con un Collega di persona.

Cordiali saluti,