Utente 522XXX
Circa sette anni fa si è presentata tumefazione in regione cervicale nella parte posteriore del collo, poco sotto l'attaccatura dei capelli. Dopo un pò di giorni si è ridotta e permane tuttora, di consistenza normale, non dura e non dolente alla pressione. Il Curante ritiene possa trattarsi di un linfonodo e minimizza la cosa. Forse sarò apprensivo ma di diagnosi minimizzate sono pieni i cimiteri per cui vorrei approfondire la questione. Potreste gentilmente fornire qualche indicazione utile ? Da circa 40 anni avverto saltuariamentee dolore cervicale, sempre nello stesso punto, dove avevo avuto un trauma a 17 anni, che passa con la somministrazione di analgesico; può esserci relazione fra le due cose?
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2006
Gentile signore
il dolore cervicale post-trauma (48 anni dopo) che regredisce con l'assunzione di analgesico può far pensare ad una artrosi cervicale. La linfoadenopatia invece necessita di un approfondimento ecografico per avere la certezza che si tratti di un linfonodo e non, magari, di una cisti sebacea o di un lipoma.

Cordiali saluti