Utente 476XXX
Buongiorno,
ho assunto per circa 7 anni Mirtazapina per disturbi del sonno e depressione.
E' un farmaco con un'azione adrenergica ed antistaminica oltre che serotoninergica.
Negli anni ho notato problemi di sanguimaneto delle gengive, occhi arrossati e presenza di sangue nelle feci.
Inoltre ho sviluppato facilità di arrossamento della pelle con semplice pressione.

- Esiste una relazione tra l'effetto vasocostrittore della noradrenalina e i problemi sopra menzionati?
- Una volta interrotto il farmaco posso sperare in una regressione dei sintomi? L'endotelio si rigenera?

Grazie per la gentile attenzione, saluti
[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
8% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
gentile utente
il sanguinamento indotto da questi farmaci antidepressivi è correlato all'aumentata quantità di serotonina, pertanto sarebbe utile sospendere temporaneamente il farmaco e vedere se regrediscono i sintomi