Utente 390XXX
Buon giorno, vorrei chiedervi se a vostro parere è il caso di fare profilassi antimalarica, e quale farmaco consigliesreste eventualmente, anche per i bambini, per un viaggio (inizi di febbraio) di una settimana nelle isole San Blas a Panama. Grazie
[#1] dopo  
Dr. Michele Piccolo
40% attività
8% attualità
16% socialità
TORRE ANNUNZIATA (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2011
gentile utente, la domanda apparentemente semplice è ricca di risvolti problematici. I CDC (Centro per il controllo delle malattie dell' Organizzazione Mondiale della Sanità) così valuta le malattie trasmissibili da artropodi sul territorio di Panama: "Febbre gialla: Raccomandazioni: Raccomandata per tutti i viaggiatori di età ≥ 9 mesi che viaggiano in tutte le aree continentali a est dell'area circostante il canale (le province di Darién, Emberá e Kuna Yala [anche compitate Guna Yala] e le aree delle province di Colón e Panamá che sono ad est del canale) Non raccomandato per i viaggiatori i cui itinerari sono limitati alle aree ad ovest del canale, la città di Panama, l'area del canale stesso, e le isole Balboa (Isole Pertiche) e San Blas

Malaria: Aree con la malaria: presente nelle province di Darien, Kuna Yala (anche scritto Guna Yala), Ngäbe-Buglé e nella provincia orientale di Panama. Nessuna a Panama Oeste, la Zona del Canale e la città di Panama. Rischio relativo stimato di malaria per i viaggiatori statunitensi: basso. Resistenza ai farmaci: clorochina (a est del Canale di Panama). Specie di malaria: P. vivax 99%, P. falciparum 1%. Chemioprofilassi raccomandata: province di Darien, Guna Yala e provincia orientale di Panama: atovaquone-proguanile, doxiciclina, meflochina o primachina. Ngäbe-Buglé: atovaquone-proguanile, clorochina, doxiciclina, meflochina o primaquine.
Concludendo la febbre gialla non è raccomandata, ma per la malaria la stessa è presente nelle aree di suo interesse. In linea generale L'OMS considera i soggiorni di massimo 7 giorni sicuri se si fa un uso adeguato dei repellenti, ciononostante consiglia di restare in uno stato d'allerta sui sintomi per un mese dopo il rientro. Sempre in linea generale è sconsigliato portare in zone malariche bambini di età inferiore agli otto anni( in caso di esposizione al parassita della malaria sono maggiori le difficoltò ed i rischi di mettere in atto un'adeguata terapia). Da quanto si legge nelle indicazioni dell'OMS che le ho riportato è comunque possibile concordare con il proprio medico una profilassi con dossicillina(BASSADO) e\o con atvaquone-proguanile(MALARONE) entrambe farmaci usati anche in ambito pediatrico, cordialità
[#2] dopo  
Utente 390XXX

Iscritto dal 2015
Grazie mille dottore, è stato chiarissimo