Utente 476XXX
Gentili dottori, volevo chiedere un vostro consiglio in merito all'assunzione della pillola del giorno dopo in oggetto. Ho 26 anni e ho assunto, per la prima volta in vita mia, la pillola il giorno 2 gennaio, attendendo le mestruazioni il 4 gennaio. Generalmente sono molto regolare, anche se con flusso poco abbondante, e non faccio uso di pillola contraccettiva in quanto utilizzo il preservativo. Ho assunto la pillola entro le 12 ore successive al rapporto a rischio e le perdite ematiche sono iniziate nella mezz'ora successiva e sono andate avanti per circa una settimana. Non considerandole come una vera e propria mestruazione ho eseguito il test di gravidanza il 9 gennaio, risultando negativo. La mia domanda è se è normale un ritardo di questo genere nelle mestruazioni e se il test di gravidanza, effettuato nelle modalità corrette, possa essere ritenuto affidabile.
Vi ringrazio anticipatamente.
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Quelle perdite ematiche che ha avuto dopo l'assunzione della NORLEVO deve considerarle come mestruazione indotta , e per questo motivo il flusso successivo comparirà tra 28 /30 giorni secondo il suo ritmo abituale .
Il test che ha eseguito lo deve ritenere valido , al massimo lo potrà ripetere per tranquillizzarsi.
SALUTI
[#2] dopo  
Utente 476XXX

Iscritto dal 2018
La ringrazio, Dott. Blasi.
Quindi, praticamente, l'assunzione di Norlevo in qualche modo "resetta" il ciclo?
E non sempre questo farmaco determina un flusso più abbondante del solito, come ho letto in giro per il web, ma può ridurlo?

Rinnovo il ringraziamento.
[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Le reazioni al farmaco sono diverse da soggetto a soggetto