Utente 308XXX
Buona sera,
Questa e' la situazione.
1) prima manifestazione sul pene e glande di qualcosa che assomigliava ad herpes. Sparito in poco meno di 72 ore. Sono rimaste solo due vescicole sotto la corona del glande che sono guarite in tre settimane. Senza lasciare croste.
2) seconda manifestazione di queste bollicine dopo 3 mesi. Solo sull'asta. Quattro bollicine separate, non a grappolo. Sparite in cinque giorni senza lasciare croste. Il medico dermatologo mi ha prescritto per 5 gg aciclovir 800 mg 1x tre volte al giorno.
3) terza manifestazione a due settimane dalla seconda. Sparita in meno di 48 ore senza lasciare croste.
Sembra strano una "recidiva" a solo due settimane dalla precedente considerando che per 1/3 del tempo ho preso l'aciclovir 800 mg.
Le bolle non mi provocano prurito.
Sembrano le stesse che mi vengono in testa quando mangio qualcosa che mi provoca una sorta di reazione allergica. Quelle in testa sono pruriginose. In passato mi hanno diagnosticato un'intolleranza all'istamina. Per cui ho dovuto eliminare degli alimenti tipo pomodoro ed il formaggio stagionato per poi reintrodurli man mano.

Quando mi vengono queste bollicine sul pene ho riscontrato 3 fattori caratteristici: ho questo prurito in testa a causa di qualcosa che ho mangiato (pomodoro e formaggio sembrano essere la causa), c'e' stata frizione (rapporto sessuale o autoerotismo), sto prendendo farmaci (nelle precedenti: antibiotici, ibuprofene o in questo caso aciclovir). es: Non posso più prendere la tachipirina perchè mi esce l'herpes al naso.

Io ho fatto gli esami del sangue e confermato l'Herpes I che già mi usciva sul labbro. Negativo l'herpes II.

Mi domando se per default il dermatologo ha detto che fosse herpes genitale I o se può trattarsi di una dermatite allergica o di un eczema? Ha ipotizzato anche candidosi. Per quella solo una crema se si dovessero presentare i sintomi.
Noto che comunque dalla prima manifestazione la pelle della corona e quella sottostante e' rimasta molto sensibile e spesso si lacera facilmente durante il rapporto o la masturbazione.

Attendo vs riscontro e consigli.

Grazie
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

non potendo far diagnosi da qui diamo sempre per buone le diagnosi fatte da nostri colleghi.

Sappia però che non è l'aciclovir il farmaco di elezione per l'herpes genitalis, ma ad oggi ci sono molecole più avanzate che possono essere fatte anche in terapia pulsata in caso di herpes genitali recidivante.

ne parli con il dermatologo

saluti

Dr Laino
[#2] dopo  
Utente 308XXX

Iscritto dal 2013
Grazie Dr Laino,
Un aggiornamento.
Mi sono recato di recente in un altro centro di dermatologia e venereologia nel quale uno specialista mi ha detto che per essere sicuri al 100% che si tratti di HVS1 bisognerebbe prelevare un campione durante la recidiva per esaminarlo in laboratorio.
Io sono in viaggio e poichè incontrerò la mia partner vorrei evitare che la recidiva si ripresenti, almeno per questi 10 gg di vacanza.
Ho solo aciclovir 400 mg e il tubetto di crema al 5%.
Vorrei sapere se posso fare una mini terapia suppressiva a 2 pillole al giorno per due settimane. Putroppo non ho altro.
Al mio rientro la contatterò perchè in meno di un mese ho avuto già 3 recidive per cui credo che prenderò in considerazione la sua opzione con la terapia pulsata.
Di tutti gli specialisti che ho incontrato lei mi sembra quello più aggiornato ed al passo coi tempi.
Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Purtoppo non sono d’accordo con quello che scrive.

1. Herpes genitalis può essere HSV1-2 e questo non cambia nulla nella prognosi è nella terapia

2. La diagnosi di Herpes è clinica e non istologica

3. La biopsia in corso di malattia infettiva attiva (fase di stato) è controindicata

Tutto il resto l’ho già comunicato; spero di essere stato chiaro!

Saluti!