Utente 458XXX
Buonasera dottori. Vi scrivo per un consulto:
durante la prima settimana di Gennaio 2017 ho avuto un rapporto sessuale con una ragazza amica di comitiva. Ho usato il preservativo dall'inizio del rapporto vero e proprio fino alla fine. L'unica cosa è che prima di inserire il preservativo con la conseguente penetrazione c'è stato uno sfregamento tra i nostri genitali per una ventina di minuti. A Luglio 2017 ho avvertito il collo gonfio e frequenti afte in bocca. Ho cercato su internet e mi sono messo le mani ai capelli. Ne ho parlato col mio medico e lui mi ha detto di stare tranquillo al 100% perchè con lo sfregamento non c'erano possibili rischi e che comunque un eventuale contagio da hiv o altre malattie veneree si sarebbe visto prima a livello locale (genitali) e poi su tutto il corpo. Io non soddisfatto del parere ho acquistato l'autotest hiv della Mylan e l'ho eseguito. Il risultato grazie a dio è stato negativo. Il test è stato eseguito a distanza di 6 mesi da quello sfregamento. Però la mia malattia è internet perchè continuo a cercare. Dopo tutto quello che ho detto (parere del medico e test negativo) posso stare tranquillo al 100%??
Grazie mille per la risposta ma io per natura mia sono troppo ansioso
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
concordo appieno con il parere del suo Curante, il che è invero poco frequente.
Ma questa volta ha ragione.
Il suo rapporto non doveva essere classificato come rapporto a rischio e dunque non necessitava di test.
Ad ogni modo un Test Mylan eseguito dopo 180 gg dall'evento da lei ritenuto erroneamente a rischio e risultato negativo le fa escludere DEFINITIVAMENTE ogni dubbio: si convinca una volta e per tutte che NON E' HIV sieropositivo.
Cordiali saluti.
Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 458XXX

Iscritto dal 2017
La ringrazio dottore per la tempestiva risposta. Visto che a questo punto posso definitivamente escludere le mie paranoie da hiv, il collo gonfio che comunque ho ancora e le afte che mi perseguitano possono essere il risultato dell'ansia e dello stress subito?
Io non so perchè nonostante il test negativo e definitivo eseguito ho una paura assurda e continuo a cercare su internet per via di questi due sintomi. Sono un ipocondriaco credo. Cosa mi può consigliare oltre a quello già scritto sopra?
La ringrazio per la buona, gentile e cortese pazienaa che mi ha concesso Dottore. Grazie davvero
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Guardi,
se lei con un test negativo continua ancora a pensare di potere avere una infezione da HIV il problema è nella sua psiche.
Pertanto un supporto da parte di uno specialista della medesima credo che sia il passo successivo da prendere in considerazione dopo aver escluso di essersi contagiato.
Ci pensi. Lo dico nel suo interesse.
Cari saluti.
Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 458XXX

Iscritto dal 2017
Va bene, la ringrazio. Un'ultima domanda e poi non la disturbo più. Io ho fatto l'autotest Mylan a casa per rimanere nell'anonimato senza passare da un laboratorio. Ha una attendibilità del 99.8%. Per lei questo basta oppure devo confermarlo con un test in laboratorio?

Grazie ancora per la pazienza
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Il test Mylan se ben eseguito e soprattutto eseguito dopo almeno 90 gg dal rapporto a rischio ha la stessa attendibilità di un test effettuato in laboratorio.
Il dato percentuale del 98.8% de facto significa il 100% ed è lo stesso che avrebbe un test eseguito in un laboratorio.
Perchè la Medicina non è una scienza esatta come la Geometria o la Matematica e qualunque esame, ribadisco qualunque, (una TC, una RMN, tutti gli esami ematochimici normalmente eseguiti) hanno un margine di errore che è tanto più basso quanto migliore è l'esecuzione dell'esame.
Perciò non ripeta nulla e stia tranquillo.
Saluti.
Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 458XXX

Iscritto dal 2017
Grazie mille dottore, è stato un Santo. Ora sono tranquillo.
Saluti anche a lei :)