Utente 477XXX
Buonasera, otto mesi fa mio figlio di 18 mesi, è stato sottoposto ad intervento chirurgico in sternotomia per la chiusura di un ampio DIV perimembranoso e la rimozione di uno sperone sottoaortico che si era creato sotto l'aorta e che causava una stenosi.
Oggi, durante il controllo che effettuiamo ogni 3-4 mesi, il cardiologo si è accorto che il tessuto accessorio sta ricrescendo anche se ancora non provoca stenosi. Tra quindici giorni avremo il controllo cardiochirurgico presso l'ospedale dove il bimbo è stato operato.
La nostra domanda è: nel caso in cui lo sperone sottoaortico dovesse crescere fino a creare un alto gradiente sull'aorta e si dovesse rendere necessaria l'eliminazione, questa potrebbe essere effettuata tramite catetere oppure sarà necessario un nuovo intervento in sternotomia?
Spero di aver fornito tutti i dati necessari per una Vostra cortese risposta.
Un papà ed una mamma.
[#1] dopo  
Dr. Daniele Merlo
24% attività
16% attualità
0% socialità
RIBERA (AG)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2018
Gentile Papà e gentile mamma,l'approccio chirurgico verrà deciso dall'equipe che segue egregiamente vostro figlio se sarà nuovamente necessario intervenire.L'equipe sceglierà il tipo di approccio migliore per le condizioni di vostro figlio,state tranquilli
Cordialmente