Utente 945XXX
Buongiorno dottori. Ho 67 anni, sono un iperteso con problemi di fibrillazione atriale. Assumo zoprazide 30 mg/12,5 al mattino e Norvacs 5mg alla sera per la PA e ritmodan retard 250mg per la fibrillazione 2 pastiglie die. Dal 17 c.m. ho disturbi alla tempia sinistra, in modo particolare avverto una forte palpitazione e pesantezza (non dolore,ma leggere fitte) quando faccio le scale o mi affatico e soprattutto alla sera quando mi corico. Siccome dette pulsazioni si riflettono anche all'interno dell'orecchio creandomi un notevole fastidio durante la notte ho pensato fosse un problema otorino, ma al pronto soccorso non hanno riscontrato alcuna anomalia all'orecchio invitandomi solo a tenere sotto controllo la pressione. Ho tenuto sotto controllo la pressione per una settimana con valori 75/85 la minima e 130/140 la massima. Dopo 15 giorni il disturbo non è calato per cui mi rivolgo al Voi per chiedervi se è un problema cardiocircolatorio, o altro visto che qualche volta ho anche leggeri formicolii alle gambe e se potete suggerirmi gli esami che debbo fare.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Annoni
28% attività
12% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,la pressione sembra sotto controllo se i valori che lei ha scritto si riferiscono a una media delle registrazioni che lei ha effettuato,anche se una misurazione corretta dovrebbe essere fatta con un esame che si chiama Holter pressorio che le permette misurazioni più precise e quantitative,anche durante la notte dove immagino non provi i valori pressori;per quanto concerne la fibrillazione varrebbe la pena capire di che tipo sia, e quando è iniziata e soprattutto se non è stato fatto nessun tentativo per risolvere il problema;non ha mai effettuato uno studio elettrofisiologico per capire quale sia la causa della sua fibrillazione?non le è mai stata ventilata la possibilità di tentare una ablazione per la cura della sua fibrillazione?
Tornando al suo problema può essere che un non completo controllo sintomatologico della fibrillazione e/o della pressione possa darle dei disturbi e dei fastidi simili,oltre a rivalutare tutto il problema cardiologico potrebbe sentire anche il parere del neurologo per capire se la sintomatologia riferita possa essere dovuta ad altri disturbi di natura non cardiologica.
Cordiali saluti e buone feste
dr.Annoni Andrea
[#2] dopo  
Utente 945XXX

Iscritto dal 2008
Gent.mo Dottore, la ringrazio della risposta immediata. Provvederò quanto prima ad effettuare gli esami da Lei consigliati.
Contraccambio fervidi auguri.