Utente 944XXX
buona sera sono utente 94451, in riferimento a problema ectasia aorta ascendente 36,9mm e bulbo aortico 43,7mmconsiderando che ho enfisema polmonare e difficoltà respiratorie quali aspettative di vita ho in caso di intervento? C'è possibilità di evitare l'intervento? Grazie infinite sin d'ora.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Annoni
28% attività
12% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,l'enfisema polmonare rappresenta sicuramente un elemento che va tenuto attentamente in considerazione nella programmazione di un intervento importante,ma non è possibile stabilire precisamente quanto possa incidere su eventuali complicanze intra e postoperatorie se non si si conosce in dettaglio la gravità di questo problema enfisematoso che viene valutato con una serie di rilevazioni clinico-strumentali prima dell'intervento.Inoltre l'ectasia che lei presenta dell'aorta ascendente pur essendo gia di grado moderato-importante non rientra ancora nelle dimensioni che vengono prese in considerazione per la programmazione di un intervento di sostituzione dell'aorta ascendente;per il momento è importante che lei si sottoponga a periodici controlli per valutare non solo l'evoluzione e l'ingrandimento delle dimensioni ma anche la velocità con cui avviene,altro parametro importante per la valutazione di un eventuale intervento;infine deve sapere che oggi la possibilità di impiantare delle protesi aortiche per via endovascolare cioè senza l'intervento classico con apertura del torace ma con un accesso femorale percutaneo offrono una valida alternativa anche per quei pazienti che presenterebbero dei rischi molto elevati per l'intervento classico,per cui l'alternativa esiste,anche se la sua fattibilità deve essere attentamente valutata dallo specialista.Il mio consiglio pertanto è oltre a ribadirle dei controlli frequenti è di affidarsi ad un centro specialistico che la segua e le possa fornire tutte le più valide e attuali possibilità di cura di questo problema e fortunatamente sul territorio esistono molti centri qualificati in grado di seguirla al meglio.
Cordiali saluti e buone feste
[#2] dopo  
Utente 944XXX

Iscritto dal 2008
la ringrazio molto per la risposta , posso dirle che nel maggio 2002 l'ectasia bulbo aortico era di 37mm. seguirò i suoi consigli, per quanto riguarda l'intervento percutaneo vi sono pareri discordanti. Saprebbe darmi qualche indicazione in merito. Non ho problemi a spostarmi da torino se necessario, sono solo molto spaventato e confuso non so come adeguare il mio stile di vita a questo problema, posso prendere l'aereo per esempio? inoltre assumo cloruro di magnesio vi sono controindicazioni in merito il mio problema?. secondo lei c'è possibilità che l'ectasia non progredisca e in quel caso si potrebbe evitare l'intervento? Grazie ancora e buone feste
[#3] dopo  
Dr. Andrea Annoni
28% attività
12% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,un certo incremento di dimensioni c'è stato ma relativamente lento;nessuno può dire come procederà,come le dicevo a volte resta uguale per lungo tempo,a volte procede lentamente come nel suo caso,a volte prende ad accelerare,lei ha una età ancora giovane percui non è escluso che in futuro non ci possa essere l'indicazione all'intervento;per quanto concerne la modalità la valutazione è complessa,quando si avrà l'indicazione operatoria che incomincia a sovvenire quando passerà almeno i 5 cm ci si porrà il problema,andrà rifatto ecocardio per valutare le caratteristiche dell'aorta ascendente nel suo primo tratto e lo stato della valvola aortica se continente o meno o se stenotica,un angioTAC,una angiografia e coronaroventricolografia per vedere se c'è anche un problema coronarico concomitante e gli esami per la valutazione dell'entità dell'enfisema polmonare;solo dopo avere tutti questi dati alla mano si potrà decidere cosa sia meglio attuare come strategia se un intervento tradizionale o una procedura endovascolare;ma per il momento deve cercare di stare un po più sereno perchè la sento molto in apprensione;sicuramente ci sono degli elementi che vanno attentamente seguiti nel tempo,ma non si deve considerare una persona"cosi ammalata",nel sneso che non c'è nessuna controindicazione ad una vita deltutto normale in considerazione di quelli che sono i suoi normali limiti di forza e resistenza;può tranquillamente continuare le sue terapie e prendere l'aereo;continui con controlli semestrali,svolga pure anche serenamente una adeguata attività fisica che può essere anche solo fare delle camminate ogni giorno e mantenere uno stile di vita equilibrato senza però considerarsi una persona limitata ed eccessivamente malata;un paricolare controllo sopratutto alla pressione arteriosa che è uno dei fattori più problematici per i portatori di patologie adell'aorta come nel suo caso
A disposizione per ulteriori chiarimenti
cordiali saluti
dr.Annoni
[#4] dopo  
Utente 944XXX

Iscritto dal 2008
grazie ancora dottore per questo ulteriore chiarimento. Vedrò di seguir i suoi consigli preziosi e la contatterò in seguito.Mi permetto solo ancora di chiederle se l'assunzione del cloruro di magnesio può darmi dei problemi riferibili all'ectasia bulbo- aorta ascendente o anche solo riferibili aumento pressorio. Assumo questointegratore da un paio di mesi e noto che specie di notte sudo molto. Non voglio approffittare ulteriormente della sua diponibilità nel ringraziarla ancora le auguro Buone feste
[#5] dopo  
Dr. Andrea Annoni
28% attività
12% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente non si preoccupi il cloruro di magnesio non influisce sulla evoluzione dell'ectasia aortica quini non ci sono controindicazioni all'assunzione
cordialmente
dr.Annoni Andrea