Utente 477XXX
Buongiorno, da circa un anno ho i seguenti sintomi:
- Febbricola persistente, temperatura che raggiunge circa 37.2-37.4 prima di pranzo e nel tardo pomeriggio. Di mattina presto e di notte scompare.
- Lieve ma costante senso di stanchezza e malessere, come se avvertissi i primi sintomi di un'influenza. Con annessa sensazione di calore febbrile.
- Bruciore e occhi secchi/arrossati, soprattutto di sera.
- Fascicolazioni diffuse
- Lieve calo dell'udito nell'orecchio sinistro
- 4 linfonodi ingrossati su mascella e collo (che io non riesco a palpare ma mi ha detto il medico che ci sono)
Esami fatti:
Tutti quelli di base, ecografia completa che ha evidenziato solo i suddetti linfonodi, rx torace normale. Ormoni tiroide e surrenali. Diversi virus, batteri e autoanticorpi, tutto negativo.

Uniche positività: Bartonella Henselae IGG di 1:128 e Anaplasma ph. IGG, di 1:80. Altro valore alterato il CD3-CD57 = 45.
Ho letto che B. henselae è trasmesso dai gatti. Io ne ho avuti 2, e sono stato punto da pulci.
Possono essere queste le cause dei miei sintomi? Ringrazio anticipatamente.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
la sua situazione merita una valutazione diretta e non certamente telematica.
Tra l'altro lei mi fa un elenco di esami effettuati che io non posso visionare nè tantomeno mi posso basare sulla sua affermazione che rientrano tutti nella norma.
"Diversi virus, batteri e autoanticorpi, tutto negativo." è una frase che non può certo aiutare nemmeno a fare ipotesi.
Sulla utilità della semplice valutazione della sottopopolazione linfocitaria CD3-CD57+ anche definita NK CD57+, che in lei non risulta peraltro tanto bassa da indurre al sospetto di Borreliosi cronica, l'esame non può essere considerato probativo e andrebbe accompagnato dalla conta delle cellule CD3+CD57+
E' stato dimostrato da studi non ampi e non definitivi che un alto rapporto CD3+CD57+/CD3-CD57+ è più indicativo di una Borreliosi cronica. Il tutto è sub iudice.
Anche i titoli di IgG contro la Bartonella Henselae e l'Anaplasma phagocytophilum, la prima è malattia trasmessa dalle pulci al gatto, specialmente nei cuccioli che poi sviluppano immunità ed eliminano il germe non essndo più infettanti (l'uomo si contagia con la saliva dei micetti che è veicolata dalle unghie col graffio), la seconda trasmessa al cane dalle zecche e occasionalmente dalla puntura di zecca all'uomo, non sono tanto alti da costituire materiale probativo.
Perarltro la B. Henselae è l'agente causale della "malattia da graffio di gatto" clinicamente di agevole identificazione, mentre l'Anaplasmosi umana è una malattia benigna e autolimitante nei soggetti con sistema immunitario efficiente.
A tutt'oggi le metodiche più sensibili per rilevare direttamente questi patogeni nel sangue sono quelle che si avvalgono della tecnica PCR Real Time che rileva il DNA dei patogeni con accuratezza assai migliore dei test immunosierologici.
Se necessario la terapia con tetracicline (per esempio Doxiciclina Iclato) risolve sempre velocemente l'infezione.
Nella speranza di averle fornito chiarimenti utili, per quanto limitati dal consulto telematico, la invito ad affidarsi ad un Infettivologo che conosca bene queste problematiche od eventualmente ad un Ospedale che abbia un'ottima Infettivologia.
La saluto caramente.
Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 477XXX

Iscritto dal 2018
Gentile dott. Caldarola, La ringrazio per l'esaustiva risposta e la spiegazione di quel valore di CD57.

Ha pienamente ragione, non mi sono dilungato sugli esami fatti.
EBV, Toxoplasma, CMV, Reazione di Widal Wright, Urinocoltura, tampone faringeo, test HIV, sono le analisi che ho fatto tramite un infettivologo. Tutte negative, tranne le IGG di EBV che indicano infezione pregressa. ANA, ENA, reuma test, anti tiroide negativi.
Ho poi fatto all'ospedale di Trieste:
Anticorpi Borrelia, Bartonella, Anaplasma ph, Rickettsia, con positività IGG per Bartonella e Anaplasma.

La mia sintomatologia sarebbe compatibile con una Borreliosi cronica?
Può indirizzarmi su un medico, o una struttura che offra un test PCR per Bartonella?
Quali sarebbero altri possibili patogeni in grado di causare quei sintomi? Aggiungo che ho un mal di gola ricorrente, senza tosse. Mi perdoni tutte queste domande ma continuo ad essere abbastanza confuso.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
dato che lei è Campano, potrebbe rivolgersi all'Infettivologia dell'Ospedale Cotugno a Napoli.
Io sono davvero mortificato di non poterle dare ulteriori suggerimenti ma lei, ne sono sicuro, capirà che mettersi a fare ipotesi senza aver prima raccolto una anamnesi con un colloquio reale e senza una valutazione semeiotica effettuata a regola d'arte si potrebbe fare qualunque ipotesi.
Poichè non è mio costume prendere i pazienti per "i fondelli" quando non posso rispondere con una attendibilità di almeno l'80% l'invito è quello che le ho fatto.
Se vorrà tenermi aggiornato mi farà piacere.
A presto.
Caldarola.