Utente 180XXX
Buongiorno, vi scrivo in quanto da qualche giorno ho un gonfiore localizzato nel piccolo labbro destro, appena sotto il clitoride. La zona è piuttosto gonfia e pare come se ci fosse una “pallina” che però non risulta ne arrossata ne bianca (avevo pensato a un brufoletto o ad una cisti sebacea ma deduco che in quei casi un “puntino” di bianco dovrebbe esserci). Non mi causa particolare dolore se non quando tocco la zona per lavarmi o asciugarmi dopo essere andata in bagno. Preciso di non aver mai avuto rapporti sessuali. Ho già prenotato un consulto con il ginecologo ma vi chiedo questo: qualche giorno prima di avere questi disturbi ho portato per due giorni consecutivi dei jeans piuttosto stretti, tanto che stando seduta sentivo proprio fastidio nelle parti intime. Può essere questo gonfiore causato dai pantaloni troppo stretti? Non ho altri sintomi particolari e non ho fastidi interni.
Grazie anticipatamente.
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Le ipotesi potrebbero essere due:
- vulvite irritativa da contatto (indumenti intimi colorati e sintetici , detergenti intimi profumati , ammorbidenti , ect...)
- possibili cisti sebacee ( sostanze chimiche usate per depilazione )
E' molto importante l'esame clinico per confermare queste ipotesi diagnostiche.
SALUTONI
[#2] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottore, grazie per la celere risposta. Ho eseguito la visita ginecologica e il medico mi ha diagnosticato, oltre che irritazione a livello vulvare, anche leucorrea. Per questo ha eseguito un tampone e la settimana prossima avremo i risultati. Nel frattempo mi ha consigliato Clomeval da applicare la sera e Lenicort durante il giorno. Oggi però noto che il gonfiore aumenta sempre di più e ho notato delle perdite bianche più consistenti, famose per essere tipiche della candida. Inoltre comincio ad avvertire un leggero prurito, solo esternamente. Premesso che avremo la sicurezza di cosa sarà solo con l’esito del tampone, se fosse candida, la terapia prescritta (soprattutto il clomeval che applico in vagina) aiuta contro la candida o è solo un palliativo dei sintomi e non ha quindi effetto sull’infezione? È più che altro una curiosità... grazie ancora e buona giornata.
[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Il clomeval contiene un antimicotico e un antibatterico , quindi aspecifica come terapia.
Sottolineo che mi sta riferendo una terapia VAGINALE , mentre il suo problema è VULVARE (esterno ) .
E' importante chiarire questo aspetto.
[#4] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
Dottore, le confermo che i miei sintomi sono localizzati solo a livello vulvare. Come le dicevo applico lenicort durante il giorno e clomeval la sera, anche esternamente sulla vulva. Ne deduco che il medico mi ha consigliato di applicarla anche all’interno vista la leucorrea riscontrata in visita. Attendo fiduciosa gli esiti del tampone per trovare una terapia mirata, visto che nel giro di una settimana i sintomi (soprattutto il gonfiore) non si sono attenuati. Grazie mille per i chiarimenti.
[#5] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottore, a seguito del tampone eseguito ormai un mese fa, mi è stata riscontrata candida spp e flora lattobacillare alterata. Per questa ragione il ginecologo mi ha prescritto 10 giorni di ovuli meclon e, a seguire, 7 giorni di fermenti lattici in ovuli (Dicoflor Elle Med) da proseguire poi una volta ogni 3 giorni per 3 settimane. Ho già concluso il ciclo di Meclon e da 2 giorni sto applicando il Dicoflor ma sto notando da circa 3 giorni delle perdite a “ricotta”, come se la candida fosse ancora lì! I sintomi che le descrivevo a livello vulvare sono praticamente spariti ma queste perdite mi preoccupano, visto che aumentano di giorno in giorno. È possibile che sia un effetto della cura (soprattutto dei fermenti lattici visto che il fenomeno si è acutizzato con l’utilizzo di quest’ultimi) o è possibile che, nonostante la cura la candida sia ancora lì? Grazie per la pazienza e la disponibilità!
[#6] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Questo mi conferma i dubbi sulla diagnosi , purtroppo manca la possibilità di un riscontro clinico e per questo motivo non posso aiutarla.
[#7] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
Quindi è possibile un errore del tampone? Perche era proprio indicato “modesta presenza di Candida spp” e “flora lattobacillare” con segno - (meno).
Il resto risultava nella norma.
[#8] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Più che un errore del tampone, parlerei di una interpretazione errata del tampone, perchè << modesta presenza di Candida spp>> (fa parte della flora saprofitica) non significa VAGINITE.
SALUTONI